sabato 26 Settembre 2020
Altre aree

    Dopo oltre due mesi si torna a contare un caso di positività al Covid-19 a Barberino Tavarnelle

    Si tratterebbe di una donna con pochissimi legami con la comunità locale: sembrerebbe quindi scongiurata una trasmissione a breve raggio

    BARBERINO TAVARNELLE – Ben oltre due mesi (ma forse siamo vicini anche a tre) dopo l’ultimo caso di positività al Covid-19, il comune di Barberino Tavarnelle torna a registrare un tampone orofaringeo positivo.

    # Nuovi casi da Coronavirus, la Toscana mantiene in trend: sono 13. Nessun decesso nelle ultime 24 ore

    Lo comunica la Ausl Toscana Centro nell’ambito del suo bollettino quotidiano, che parla di due nuovi casi di positività nel territorio di Firenze, Prato e Pistoia.

    Dove nelle ultime 24 ore non risulta nessun decesso legato al Sars-COV2.

    I due casi di oggi, venerdì 7 agosto, sono segnalati a Scarperia San Piero (Mugello) e, appunto, a Barberino Tavarnelle.

    Dai primi riscontri di tratterebbe di una donna, con pochi contatti a livello locale. 

    Quindi con ogni probabilità un contagio avvenuto all’esterno della realtà di Barberino Tavarnelle, e con scarse possibilità di aver contagiasto a breve raggio.

    L’Ausl Toscana Centro sta comunque facendo tutto il tracciato dei contatti, per le eventuali altre analisi, tamponi ed isolamenti del caso.

    E’ informata anche l’amministrazione comunale di Barberino Tavarnelle. Che dal canto suo sta svolgendo tutti gli accertamenti e i compiti che le sono assegnati.

    Come, se si renderà necessario, tutto il supporto alla persona positiva, nel caso si tratti di un isolamento domestico.

    Dalla consegna dei pasti, alla spesa, ai farmaci, al ritiro dei rifiuti con modalità specifiche per questi casi.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino