spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 21 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Viadotto Fillinelle, i lavori… pochi minuti prima della manifestazione di protesta

    Giè terminati: adesso la Strada del Morroco potrebbe già essere riaperta. Serve sopralluogo di Anas

    SAMBUCA (BARBERINO TAVARNELLE) – Sarà stata una coincidenza. Ma pochi minuti prima dell'inizio della manifestazione di protesta al Pontenuovo nei confronti di Anas e della sua gestione dell'Autopalio, organizzata dal Centrosinistra Barberino Tavarnelle, sono stati portati a termine i lavori di messa in sicurezza dell'area sottostante del viadotto Fillinelle.

     

    Qui infatti, dopo settimane dal crollo di alcuni pezzi di cemento, che avevano poi portato alla chiusura della sottostante via del Ghirlandaio-Strada del Morrocco, è arrivata una azienda che per conto di Anas ha messo in sicurezza il viadotto nella parte interessata.

     

    Adesso starà ad Anas controllare per poi, nel caso vada tutto bene, comunicare al Comune di Barberino Tavarnelle la possibilità di riaprire in sicurezza la strada sottostante.

     

    Che potrebbe riaprire addirittura già oggi o domani, sabato 11 maggio. Vedremo: rimane intanto lo sbigottimento di fronte a lavri attesi da settimane, che hanno tenuto una strada importante come quella del Morrocco, che serve la zona industriale della Sambuca chiusa, per lavori poi svolti in poche ore.

     

    NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...