lunedì 10 Agosto 2020
Altre aree

    Nicola Menditto nuovo presidente del Rotary Club San Casciano Chianti

    Succede a Leandro Galletti: " “La nostra attenzione sarà principalmente rivolta al sostegno di tutte quelle fragilità derivate dall’emergenza Covid-19”

    SAN CASCIANO – Passaggio della campana per il Rotary Club San Casciano Chianti: Leandro Galletti lascia il collare a Nicola Menditto dopo una annata non facile ma ricca di traguardi raggiunti. E “service” conclusi per un valore complessivo di oltre 30 mila euro.

    “Un anno denso di emozioni, momenti di allegria e momenti di estremo dolore – racconta Leandro Galletti, past presidente RC San Caciano Chianti – siamo stati a volte vicini e a volte lontani ma sempre uniti verso l’obbiettivo di portare il bene alla comunità”.

    “Con orgoglio – sottolinea Galletti – ritengo che abbiamo assolto il compito che ci eravamo dati, realizzando service per oltre 30.000 euro. Abbiamo contribuito all’importante realizzazione del Bar Sociale di Greve in Chianti nato con l’obiettivo di creare inclusione a giovani con disabilità; nel bar si svolgono attività di socializzazione e anche di aiuto scolastico a ragazzi che ne hanno bisogno”.

    “In interclub con RC Fiesole, RC Fi Sud, RC Granducato, RC Bisenzio-Le Signe, RC Fi Nord – prosegue – abbiamo partecipato alle due giornate di prevenzione in piazza Santa Croce di visite mammografiche e oculistiche. In interclub con RC Fiesole, RC Lorenzo Il Magnifico, RC Fi Sud e il RC argentino Tres Arroyos Libertad abbiamo donato una importante apparecchiatura medica (nello specifico un respiratore del valore di 36000$ ) all’unico ospedale “Hospital Pirovano” di Tres Arroyos”.

    “Sempre in interclub con quasi tutti i RC dell’area medicea – aggiunge – abbiamo partecipato al service a favore delle “Donne in Rosa” nella serata al Circolo dei Canottieri di Firenze. Durante l’emergenza Covid ci siamo attivati per l’ospedale Santa Maria Annunziata di Bagno a Ripoli, donato oltre 5.000 mascherine e altro materiale sanitario.”

    La conviviale svolta martedì 30 giugno presso il Golf Club dell’Ugolino ad Impruneta è stata, per il club, la prima post lockdown, un momento di aggregazione che ha fatto emergere i tanti valori che accomunano tutti i soci.

    Il nuovo presidente, Nicola Menditto, enologo ed accademico della vite e del vino, ha salutato i soci e brevemente presentato il suo programma.

    “La nostra attenzione sarà principalmente rivolta al sostegno di tutte quelle fragilità derivate dall’emergenza Covid-19 – dichiara Nicola Menditto, neo presidente RC San Casciano Chianti – già da settembre, se sarà necessario, ci attiveremo per sostenere gli istituti scolastici del territorio, con materiale e perché no borse di studio”.

    “Un altro aspetto importante è quello alimentare – riflette – in questo difficile momento storico ci sono tante famiglie in difficoltà, persone che non riescono ad accedere ai generi di prima necessità, attiveremo quindi un sistema di monitoraggio e supporto di tutte le situazioni che riterremo più critiche”.

    “Terzo – conclude – ma non meno importante, il banco del farmaco, sostegno alle persone che avranno bisogno di cure piuttosto che visite specialistiche. Per concludere la cultura, quindi ci attiveremo a sostegno di tutte quelle attività divulgative ed educative che avranno vita sul nostro territorio”.

    Tra gli ospiti della serata anche alcuni sindaci dell’area Chianti. Tra questi Alessio Calamandrei, sindaco di Impruneta, David Baroncelli, sindaco di Barberino Tavarnelle, Roberto Ciappi, sindaco di San Casciano ed il suo predecessore, Massimiliano Pescini. A causa di impegni istituzionali, non era presente il sindaco di Greve in Chianti, Paolo Sottani, che ha voluto comunque inviare i suoi calorosi saluti.

    “Il Rotary per noi rappresenta da sempre, sin dalla sua nascita, una grande forza per tutta la nostra comunità – dichiara Roberto Ciappi – auguro a neo presidente Nicola Menditto di avere quella forza e quello slancio di continuare l’eccellente lavoro svolto in questi anni, mantenendo forti le radici che legano tutti i soci rotariani a questa associazione e a tutto il territorio del Chianti.”

    Nel corso della bella serata, sono stati consegnati da Leandro Galletti 3 Paul Harris Fellow, la massima onorificenza rotariana che fu istituita nel 1947, alla morte del fondatore. I riconoscimenti sono stati attribuiti a i soci che si sono distinti nell’attività del Club, contribuendo fattivamente al raggiungimento degli obiettivi dello stesso: Gianni Spulcioni, Maria Carolina Pesselli e Fulvio Serra.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino