spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Luglio 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Dona un quadro alla Misericordia di Barberino Tavarnelle per dire grazie ai volontari

    Donato da Rinaldo Saia, pittore milanese che frequenta spesso la zona: "Un regalo - dicono dalla Confraternita - che ci riempie di gratitudine e speranza"

    BARBERINO TAVARNELLE – Un bellissimo gesto di generosità quello di Rinaldo Saia.

    Il pittore milanese, che frequenta spesso questa zona, ha donato un suo quadro alla Misericordia di Barberino Tavarnelle in segno di gratitudine per il lavoro svolto dai volontari durante la pandemia.

    “E’ sempre un’emozione ricevere in dono l’opera di un artista che, attraverso il suo estro, riesce a regalare non solo un oggetto ma anche le sue sensazioni, i suoi sentimenti”.

    Questo il commento della Misericordia di Barberino Tavarnelle, che ha accolto il dono con gioia e gratitudine.

    Rinaldo Saia ha voluto ringraziare, quasi ricambiare tutti i confratelli che hanno prestato soccorso in questo periodo così difficile, in cui tante persone hanno avuto bisogno di un sostegno sanitario e sociale.

    “Questo regalo, così come la bellezza e i colori del quadro (che riproduce le Ninfee di Monet), ci riempie di gratitudine e di speranza”, dicono dalla Misericordia.

    “Ci sprona – aggiungono – a continuare ad essere presenti a fianco dei più deboli e di tutte quelle persone che, in un momento di necessità, hanno semplicemente bisogno dell’intervento di un volontario, cioè di una mano tesa, di una parola di conforto, di una presenza concreta”.

    “Grazie quindi a Rinaldo Saia per averci donato il suo bellissimo dipinto – concludono i volontari – che è stato appeso alle mura della nostra sede a simbolo di ringraziamento di tutti i volontari di oggi e… domani”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...