spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Befana a Quercegrossa e Casetta e teatro per ragazzi a Castelnuovo per salutare le feste

    Da venerdì 6 e domenica 8 gennaio appuntamenti per tutte le età: il programma completo

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Castelnuovo Berardenga si prepara a salutare le feste con un weekend ricco di appuntamenti per tutte le età.

    Venerdì 6 gennaio, alle ore 17, agli impianti sportivi di Quercegrossa arriverà la Befana, che porterà le calze con i dolciumi per i bambini prima di lasciare spazio alla merenda, alle ore 17.30, e alla tombola con premi per grandi e piccini, alle ore 18.

    Sabato 7 gennaio, invece, appuntamento alle ore 20 a Casetta con “La Befana vien di notte con la…”calzetta”…per fermarsi a Casetta”, cena organizzata da Asd Gruppo Sportivo Casetta – Monteaperti.

    La serata sarà arricchita da musica dal vivo, calze della Befana per i bambini e tombola “epifanica” per tutti. Info e prenotazioni al numero 3428255110.

    Domenica 8 gennaio, inoltre, al Teatro comunale “Vittorio Alfieri” prenderà il via la rassegna “Famiglie a teatro”, con lo spettacolo “La piccola strega” liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Otfried Preussler.

    Appuntamento alle ore 17 con una produzione del Teatro Vittorio Alfieri che mette insieme la compagnia di attori e attrici e le giovanissime ballerine della scuola di danza “Le Calcinaie”.

    La rassegna è promossa da Comune di Castelnuovo Berardenga, Fondazione Toscana Spettacolo Onlus e Lo Stanzone delle Apparizioni.

    Per informazioni e prenotazione dei biglietti (costo unico 5 euro) è possibile contattare i numeri 0577351345 o 3313964978, anche via WhatsApp, o scrivere a info@teatrovittorioalfieri.com.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...