spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo B.ga: appello e vademecum del Comune per un “uso consapevole” dei botti di Capodanno

    Invito a festeggiare San Silvestro in maniera sicura per cittadini, animali e beni pubblici

    CASTELNUOVO BERARDENGA – In vista del Capodanno, il Comune di Castelnuovo Berardenga rinnova l’appello al senso civico per un utilizzo limitato, consapevole e prudente dei fuochi d’artificio.

    Su tutto il territorio è stato distribuito un vademecum in cui si invita tutti a rispettare alcune regole essenziali per festeggiare l’arrivo del 2023 in maniera sicura per i cittadini e per gli animali, nel rispetto del decoro urbano e del patrimonio pubblico.

    Il vademecum invita a limitare il più possibile l’accensione dei fuochi d’artificio e a farne un utilizzo prudente e consapevole, acquistando solo quelli certificati nei negozi autorizzati e cercando sempre di manipolarli con cura fuori dalla portata di bambini o minori.

    Il Comune castelnovino, inoltre, ricorda di accendere i fuochi artificiali all’aperto e lontano da altre persone e materiale infiammabile, senza lanciarli da finestre o balconi e stando ad almeno 15 metri di distanza da luoghi affollati o da altre persone.

    Nel vademecum, si invitano, inoltre, i cittadini a non raccogliere fuochi inesplosi trovati in strada e a rispettare l’ambiente e il decoro urbano, rimuovendo il materiale esploso da strade, piazze e altri luoghi pubblici e privati.

    Infine, si chiede rispetto e attenzione per gli animali, domestici e selvatici, molto sensibili ai botti di Capodanno, con l’invito a non scoppiare i fuochi d’artificio vicino a case e aree verdi.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...