spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo B.ga: da lunedì 8 aprile aprono le iscrizioni ai nidi di infanzia comunali “Il Girasole” e “Marameo”

    La domanda di iscrizione può essere presentata dai genitori di bambini di età compresa fra 12 e 36 mesi, da compiere entro il 30 settembre 2024

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Iscrizioni aperte da lunedì 8 aprile fino a mercoledì 8 maggio, nel comune di Castelnuovo Berardenga, ai nidi d’infanzia “Marameo” di Pontignano e “Girasole” di Monteaperti, per l’anno pedagogico 2024-2025.

    Eventuali istanze presentate “fuori termine” potranno essere prese in considerazione per una collocazione nelle liste d’attesa per i nidi d’infanzia comunali solo ed esclusivamente in situazioni di emergenza e in caso di esaurimento delle liste d’attesa degli iscritti entro i termini.

    La domanda di iscrizione può essere presentata dai genitori di bambini di età compresa fra 12 e 36 mesi, da compiere entro il 30 settembre 2024. Possono essere residenti nel comune di Castelnuovo Berardenga, ma anche non residenti.

    I bambini devono essere in regola con le disposizioni vigenti in materia di vaccinazioni obbligatorie e non è possibile presentare le domande oltre la data di scadenza.

    La domanda può essere presentata esclusivamente online compilando il modulo pubblicato sul sito del Comune e accessibile tramite credenziali SPID al seguente link: https://castelnuovoberardenga.simeal.it/sicare/benvenuto.php

    Il bando è consultabile sul sito del Comune al seguente link: https://www.comune.castelnuovo.si.it/it/page/165

    Info: ufficio scuola scuola@comune.castelnuovo.si.it0577351344 e 0577351340 (telefonare tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 14).

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...