spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo Berardenga: approvato il bilancio di previsione per il 2022

    Il sindaco Nepi: "Nessun aumento per tributi e costo dei servizi, per essere vicini alle fasce più deboli". Approvato anche il programma triennale delle opere pubbliche

    CASTELNUOVO BERARDENGA – “Nessun aumento per tributi e servizi a domanda individuale (asilo nido, mensa e trasporto scolastici), mantenimento di contributi, esenzioni e agevolazioni a favore delle fasce deboli e nuovi investimenti sul territorio oltre al completamento delle opere in corso”.

    Sono queste le linee guida del bilancio di previsione per il 2022 del Comune di Castelnuovo Berardenga, approvato a maggioranza nella seduta del consiglio comunale che si è svolta martedì 29 marzo.

    Bilancio approvato insieme al programma triennale delle opere pubbliche 2022-2024.

    Le linee guida del bilancio

    “Nonostante il quadro di continua incertezza legato all’emergenza sanitaria ancora in corso – si spiega – e il “caro bolletta” che grava anche sul Comune per i costi di utenze quali illuminazione e riscaldamento di edifici pubblici, sono stati mantenuti invariati tributi e tariffe per i servizi a domanda individuale al fine di essere vicini alle fasce più deboli e permettere a tutti di accedere ai servizi”.

    “Con lo stesso obiettivo – prosegue l’amministrazione comunale – è stata confermata la compartecipazione dell’amministrazione comunale al costo del servizio, pari al 93 per cento per il trasporto scolastico e all’87 per cento per la mensa scolastica, mentre la parte rimanente, a carico delle famiglie, viene calcolata secondo fasce Isee riviste lo scorso anno per garantire una maggiore equità fiscale”.

    “A questo – si rimarca – si aggiungono lo stanziamento di 50mila euro per il contributo affitti a favore di chi ha difficoltà a pagare i canoni di locazione; la conferma di detrazioni Tari per Isee fino a 13 mila euro e la proroga della concessione gratuita del suolo pubblico fino al 30 giugno 2022 per aiutare gli esercizi commerciali colpiti della conseguenze della pandemia”.

    “Il supporto alle famiglie e alle fasce più deboli – viene ricordato – comprende anche misure avviate nei mesi scorsi, quali lo stanziamento, nello scorso dicembre, di ulteriori 100mila euro in buoni spesa a favore di famiglie in difficoltà; la conferma del fondo di garanzia pari a 200 mila euro con cui l’amministrazione comunale si fa garante di prestiti erogati dal Microcredito di Solidarietà a imprese con domicilio fiscale a Castelnuovo Berardenga, e il Fondo di solidarietà gestito dalla locale associazione di Pubblica Assistenza”.

    Il programma triennale delle opere pubbliche 2022-2024 comprende il completamento di lavori in corso o in partenza, che ammontano complessivamente a 1,7 milioni di euro, e lo stanziamento di 7,5 milioni di euro per il 2022 e di 13,5 milioni di euro per il 2023.

    I lavori in corso riguardano interventi di sicurezza stradale già avviati in diverse zone del territorio, con fondi provenienti dal PNRR per circa 830 mila euro, e a Quercegrossa, con un contributo della Regione Toscana assegnato al progetto presentato insieme al Comune di Monteriggioni che vede capofila Castelnuovo Berardenga.

    Gli interventi in partenza, invece, riguardano il completamento della ristrutturazione del palazzo comunale, la riqualificazione del parcheggio in via Chianti e delle mura di San Gusmè, mentre sono in fase di progettazione definitiva gli interventi previsti sulla scuola dell’infanzia a San Gusmè, la palestra comunale a Pianella e a Quercegrossa; opere di rigenerazione urbana in Piazza della Citerna, a Castelnuovo Berardenga; il recupero dell’ex scuola Mazzei e delle ex abitazioni ERP in Vicolo dell’Arco con sistemazioni esterne e la riqualificazione del borgo di Villa a Sesta.

    “Il bilancio del Comune di Castelnuovo Berardenga – afferma il sindaco, Fabrizio Nepi – si conferma sano, solido e vicino ai cittadini e al territorio. Le difficoltà sociali ed economiche provocate dalla pandemia, con cui ancora conviviamo, si fanno sentire ancora anche sul nostro territorio, così come i rincari che hanno colpito tutti, comprese le istituzioni”.

    “Nonostante questo però – aggiunge – abbiamo voluto essere vicini alla comunità, confermando i tributi e le tariffe di accesso ai servizi senza alcun aumento, invariati da 7 anni, e rinnovando il sostegno alle fasce deboli con contributi, esenzioni e agevolazioni”.

    “Sul fronte degli investimenti – dice ancora Nepi – abbiamo stanziato risorse che andranno a completare opere avviate e a iniziare progetti già approvati o in fase di progettazione definitiva. Tutto questo è frutto di uno straordinario lavoro di squadra che, negli ultimi anni, ci ha consentito di ricevere risorse importanti per la realizzazione di opere in ambiti diversi: dall’edilizia scolastica alla sicurezza stradale, dall’impiantistica sportiva alla cultura”.

    “A questi – conclude Nepi – si aggiungono gli interventi completati negli ultimi 6 mesi, con circa 1,5 milioni di euro che hanno permesso la riqualificazione di Vicolo dell’Arco, inaugurata nei giorni scorsi; gli interventi di sicurezza stradale a Vagliagli e Cignano; la riqualificazione degli impianti sportivi con efficientamento energetico a Castelnuovo Berardenga, San Gusmè e Casetta e l’ammodernamento della scuola primaria a Pianella”.

    Gli altri punti

    Il consiglio comunale, inoltre, ha approvato a maggioranza la presentazione del DUP, Documento unico di programmazione 2022-2024; l’Imposta municipale (IMU) per il 2022; la convenzione sul funzionamento della stazione unica appaltante della Provincia di Siena; lo schema di contratto di servizio per l’erogazione del servizio europeo di Area vasta attraverso la società partecipata Terre di Siena Lab; la proposta di cessione di aree a uso pubblico per il miglioramento della viabilità in località Castelnuovo e in località La Ripa.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...