spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 25 Luglio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Castelnuovo Berardenga si prepara a celebrare i 78 anni della Liberazione

    Dalle ore 10.45 celebrazioni a Castelnuovo Berardenga. Nel pomeriggio presenti anche a Siena

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Castelnuovo Berardenga si prepara a celebrare il 78esimo anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo.

    Martedì 25 aprile il programma si aprirà alle ore 10.45 con il ritrovo davanti al palazzo comunale.

    Da dove, alle ore 11, partirà il corteo diretto al parco pubblico “Tina Anselmi”.

    Qui, alle ore 11.15, sarà deposta una corona per commemorare tutti i caduti, prima di lasciare spazio ai saluti istituzionali del sindaco e dell’assessore regionale alla sanità.

    L’appuntamento dedicato alla Festa di Liberazione vedrà la presenza del Gruppo Bandistico “Giuseppe Verdi” e continuerà con il pranzo sociale presso la Società Filarmonico Drammatica, con prenotazioni ai numeri 3489580752 oppure 3475410615.

    Nel pomeriggio di martedì 25 aprile, il Comune di Castelnuovo Berardenga sarà presente alle celebrazioni in programma a Siena a partire dalle ore 15.45.

    Il programma prevede il ritrovo nei Giardini della Lizza, di fronte all’Asilo Monumento, per la deposizione delle corone in onore dei Caduti e la partenza del corteo che sfilerà per le vie della città fino a piazza del Campo, dove si svolgerà la cerimonia ufficiale.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...