giovedì 13 Agosto 2020
Altre aree

    “I cassonetti di Arceno dimostrano che ci sono esserei che non meritano la Berardenga”

    "Una campagna armonica per intenditori di bellezza, che in ogni stagione trovano beneficio e gusto di contemplazione. Poi arriva la piazzola dei cassonetti al bivio di Arceno..."

    Esseri che non meritano la Berardenga

    Il territorio della Berardenga è uno fra i luoghi più romantici a uso riflessivo e pittorico che la natura, unitamente al lavoro dell’uomo, ha messo a disposizione di quanti amano e non hanno mai smesso di sognare.

    Una campagna armonica di sguardi e orizzonti per i più facoltosi intenditori di bellezza, che in ogni stagione trovano beneficio e gusto di contemplazione.

    Poi arriva la piazzola dei cassonetti al bivio di Arceno e un sacco di enormi dimensioni che non può passare nei contenitori dell’indifferenziato apribile con la card, è gettato in terra.

    Con la volpe, che durante la notte, attirata da odori e curiosità che ha scritta nel suo istinto, apre e apparecchia il contenuto per tutta la piazzola e in tutta la strada che le passa accanto.

    La morale è che serve viaggiare con guanti di gomma, per non far credere ai turisti esteri di passaggio che ci sono italiani fatti in modo decisamente diverso.

    Andrea Pagliantini

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: [email protected]

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino