spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 8 Dicembre 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    “Lettera a Enrico Letta sulle auto nella Berardenga: magari con una tua telefonata…”

    "Persone chiuse in casa fino al mattino, ambulanze che non entrano, turisti in slalom nella visita alla Torre, tenuta aperta dai meravigliosi volontari della Filarmonica..."

    Dopo uno splendido pomeriggio trascorso alla presentazione del libro di Marco Malvadi “Bolle di sapone” al Teatro Politema di Poggibonsi, il passaggio a Castelnuovo Berardenga, non è dei migliori.

    Ormai sei il deputato locale, facente funzione anche nell’Arcidiocesi della Berardenga, dove i tuoi discepoli, spesso e volentieri si dimenticano delle cose pratiche dei problemi spiccioli delle persone, quelli che alimentano o meno quella che si infiocchetta essere la qualità della vita.

    C’è una ztl, per modo di dire nel centro storico di Castelnuovo Berardenga, ingresso della monumentale Villa Chigi (gestione MPS) e della Torre dell’Orologio, (dove sei anche venuto a passeggio accompagnato dal clero locale) ma per turisti e residenti, accesso, uscita, carico, scarico, passaggio o meno di ambulanze è un problema aleatorio, tanto che la storia va avanti da decenni e i tuoi discepoli lasciano che sia.

    Persone chiuse in casa fino al mattino, ambulanze che non entrano, turisti in slalom nella visita alla Torre, tenuta aperta dai meravigliosi volontari della Filarmonica.

    I tuoi problemi di ogni giorno, sono cucire i rapporti di una maggiroanza fatta di panni diversi, ormai Siena e la sua Diocesi, ci sta che siano alle porte dei ricordi, ma qui le cose vanno così.

    Da segretario del partito più ascoltato e meglio messo nel borgo, ci sta che la vita delle persone, con una tua telefonata per risolvere la questione nel Palazzo Pubblico in via di ristrutturazione.

    E si possa venire a capo di un labirinto senza soluzione, un caro saluto con immagine rappresentativa del borgo in oggetto.

    Andrea Pagliantini

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Scrivi anche tu... al Gazzettino del Chianti!

    Devi segnalare un disservizio? Contattare la nostra redazione? Scrivere una lettera al direttore? Dire semplicemente la tua? Puoi farlo anzi... devi!

    Scrivici una mail a: redazione@gazzettinodelchianti.it

    Leggi anche...