spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il CBTC fa il punto della situazione sul livello dei fiumi. E aggiorna sugli interventi in corso

    CHIANTI FIORENTINO – Nuova allerta meteo, nuove piogge e nuova giornata di monitoraggio e interventi urgenti per il Consorzio di Bonifica della Toscana Centrale.

     

    Nella mattinata di oggi si sono abbattute sul territorio della Toscana centrale ancora vere e proprie bombe d’acqua che hanno fatto registrare cumulate di precipitazioni estremamente rilevanti.

     

    Il Centro Funzionale della Regione Toscana informa che per quanto riguarda la Toscana centrale le maggiori piogge si sono registrate in Valdelsa: tra le 5 e le 7 di stamattina il pluviometro di San Gimignano ha registrato 57.2 mm mentre a Certaldo, nel medesimo arco temporale, sono piovuti 56.2 mm.

     

    Le precipitazioni abbondanti e concentrate in breve tempo hanno provocato un innalzamento rapidissimo dei livelli dei corsi d’acqua e in particolare dell’Elsa, che tra le 6 e le 7.30 è salita di ben 5 metri e mezzo.

     

    Piogge abbondanti anche nelle vallate della Pesa, della Greve e dell’Ema. L’Ema a Strada in Chianti è cresciuta di quasi 1 metro e mezzo in poco più di un’ora e sempre tra le 6 e le 7.30 la Greve a Greve in Chianti è salita di 1 metro, pur rimanendo sotto il primo livello di guardia fissato ad un altezza di 2 metri e la Pesa a Turbone è salita di quasi 2 metri attestandosi intorno ai 3 metri, abbondantemente sotto di un metro dai livelli di guardia.

     

    "I tecnici e operatori consortili – dicono dal CBTC – sono già sul territorio a monitorare da vicino ed effettuare i primi interventi di sistemazione sulle situazioni di maggiore criticità, evidenziate anche a seguito dell’evento dei giorni scorsi".

     

    Tra cui nello specifico: ripristino erosioni nel bacino della Pesa sul Torrente Turbone e sul Rio della Leccia a Martignana; rimozione di un’ostruzione nei pressi di un guado sul Borro di Molinuzzo al confine comunale tra Barberino Val d’Elsa e Tavarnelle; intervento urgente per limitare il trasporto verso valle di un versante franoso nei pressi del Borro del Boscone, in località Calzaiolo, San Casciano.

     

    E ancora: monitoraggio e sistemazione criticità lungo il corso del torrente Greve tra il capoluogo e il Ferrone; ripristino quote e vigilanza sulla tenuta arginale già compromessa nei giorni scorsi e sul Rio della Piovola a Empoli e sul Fiume Elsa a Certaldo.

     

    "Pur essendo al momento cessate le piogge su quasi tutto il territorio del Chianti e della Valdelsa – concludono – il Consorzio, in qualità di ente tecnico-operativo sta continuando a lavorare alla risoluzione concreta di criticità locali, spesso ben oltre le proprie competenze e possibilità in collaborazione con le istituzioni e associazioni locali".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...