mercoledì 14 Aprile 2021
Altre aree

    Autopalio, ci risiamo: lavori a rilento. In partenza lettera ad Anas dalla Città Metropolitana

    "Chiediamo a gran voce una rapida ripresa dei lavori e di ricevere un cronoprogramma dei prossimi interventi previsti. È una vicenda che parte da lontano, ma per la quale non possiamo più aspettare"

    FIRENZE – Ci risiamo. Lavori sulla Firenze-Siena, in particolare nel cantiere in zona Falciani-Cimitero Americano, di nuovo a rilento.

    Lavori sui quali ogni frequentatore dell’Autopalio si imbatte da anni a questa parte. Con la pazienza dei cittadini ormai ben oltre il limite di guardia.

    E con le istituzioni locali che, a varie riprese e in vari momenti, hanno cercato in tutti i modi di fare pressione su Anas.

    E’ l’obiettivo che si pone una lettera che partireà nei prossimi giorni dalla Città Metropolitana, diretta proprio all’ente gestore della Fi-Si.

    Firmata dal responsabile della mobilità per quanto riguarda la Metrocittà, Francesco Casini, e condivisa da tutti i sindaci della provincia fiorentina che hanno impatto quotidiano dai cantieri in Autopalio.

    “Vi scrivo – sono le parole che Casini rivolge ad Anas – per portare alla vostra attenzione il caso del Raccordo Autostradale 3 “Firenze-Siena”, e in particolare del tratto compreso tra l’uscita San Casciano Val di Pesa Nord e l’uscita Firenze Impruneta – Greve in Chianti”.

    “Mi riferisco ovviamente – rimarca – ai lavori nella porzione di strada nella zona “Falciani – Scopeti”, nei pressi del Cimitero militare americano, per cui il cantiere è fermo ormai dal 2017”.

    “La vicenda insomma – sottolinea Casini – si porta avanti da troppo tempo. La mia richiesta si unisce a quelle dei sindaci del Chianti fiorentino, che da anni chiedono maggiore attenzione e risposte concrete sulla gestione dell’Autopalio”.

    “Come sapete bene – aggiunge – si tratta di una strada percorsa quotidianamente da migliaia di pendolari, un’arteria importantissima usata anche come deviazione all’Autostrada A1. La “Firenze-Siena”, inoltre, ha anche un ruolo fondamentale per il turismo: non solo al servizio dei Comuni del Chianti, ma anche per la connessione con le destinazioni costiere (specie in vista dell’estate)”.

    “Per questo – conclude Casini – chiediamo a gran voce una rapida ripresa dei lavori, che consenta di mettere finalmente in sicurezza quel tratto di strada, e di ricevere un cronoprogramma dei prossimi interventi previsti. È una vicenda che parte da lontano, ma per la quale non possiamo più aspettare”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...