spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 5 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Lettera-segnalazione di un nostro lettore su una strada sempre molto… contestata

    CHIANTI FIORENTINO – La Firenze-Siena, l'Autopalio, rappresenta da sempre (e ancora oggi) una strada molto… problematica. Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione di un nostro lettore.

     

    "Chi scrive è un pendolare che tutti i giorni compreso anche i week-end prende la superstrada Firenze Siena.

     

    La mia segnalazione al vostro giornale, che sicuramente avrete già avuto, riguarda quel cartello messo in direzione Firenze a 1.600 m. dall'uscita dove immancabilmente nei week-end e saltuariamente altri giorni c'è la segnalazione di code.

     

    Quando lo vedi sei già nella coda che di solito avviene intorno ai 3-4 km all'uscita di Firenze. Io vorrei chiedere a chi ha pensato, molti anni fa , a questa installazione perché non metterla prima dell'uscita di S.Casciano (è a 8 Km. dalla fine del percorso stradale) così qualcuno può decidere se prendere qualche altra direzione ed evitare code stancanti ed inquinanti per il territorio?

     

    Vi segnalo anche che non essendoci un'uscita al cimitero di guerra americano dalla parte verso Firenze molti automobilisti quando si accorgono della coda fanno retromarcia per uscire mettendo a rischio chi si immette in questa entrata.

     

    Non credete che qualcuno che ha responsabilità amministrativa possa porre rimedio con un banale cartello di segnalazione prima dell'uscita di S.Casciano? Cordiali saluti."

     

    Andrea Rontini

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...