spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 29 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vuol far emergere pratiche interessanti di agricoltura multifunzionale in Toscana

    CHIANTI – Terre Fiorenti lancia il Concorso "Un futuro da coltivare" – 1ª Edizione rivolto alle aziende agricole toscane.

     

    Il concorso si propone di far emergere le pratiche più interessanti di agricoltura multifunzionale presenti in Toscana e dare visibilità alle tante esperienze virtuose che talvolta rischiano di restare sconosciute.

     

    Per partecipare al concorso occorre compilare l'apposita application form disponibile sul sito http://www.terrefiorenti.it alla voce "Concorso", selezionando una delle quattro sezioni: agricoltura sociale, agro-energie, filiera corta e turismo rurale. Le candidature dovranno pervenire entro e non oltre il 16 Gennaio 2014.

     

    La valutazione delle realtà candidate sarà affidata a un Comitato scientifico di esperti per ciascuna delle aree tematiche di interesse. I membri del Comitato scientifico saranno presentati sulla pagina Facebook di Terre Fiorenti nel mese di dicembre https://www.facebook.com/terrefiorenti.

     

    L'ultima settimana di gennaio 2014 si svolgerà a Firenze la presentazione dei progetti finalisti e la proclamazione dei vincitori per ciascuna delle quattro sezioni.

     

    Le esperienze finaliste saranno ammesse all'evento finale di premiazione e raccontate in un e-book multimediale pubblicato in diversi siti istituzionali. I vincitori saranno inoltre invitati a partecipare a eventi territoriali e a presentare la propria realtà in alcune trasmissioni radiofoniche dedicate.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...