spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    In un’indagine di Ipr Marketing per “Il Sole 24 ore” guida la graduatoria con il 57%

    TOSCANA – E' Enrico Rossi (in foto sopra, a sinistra, alla Festa del Pd a Greve in Chianti), governatore della Toscana, il presidente di Regione più amato in tutta Italia: a dirlo è la ricerca condotta da Ipr Marketing per Il Sole 24 ore.

     

    Il primo posto si conferma appunto di Enrico Rossi, che con il 57% precede di un'incollatura il governatore del Veneto Luca Zaia, che negli anni scorsi è stato più volte vincitore, ed ora è fermo al palo con il 56%.

     

    Al terzo posto la sorpresa, ovvero Stefano Caldoro, presidente della Campania, che recupera il consenso perso negli anni precedenti e ottiene il 55%.

     

    Dietro il trio di testa, al 51%, il presidente delle Marche Gian Mario Spacca, e quello dell'Emilia Romagna, Vasco Errani. Subito dietro Claudio Burlando (Liguria), al 50,5%. Catiuscia Marini, presidente dell'Umbria con il 48%.

     

    La neo eletta presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani si fa notare con un 47%. Alle sue spalle il presidente della Puglia, Nichi Vendola, che cala di 5 punti rispetto allo scorso anno e scende al 45%. Seguono tutti gli altri.

     

    "Mi fa piacere che i toscani apprezzino il nostro impegno per il governo della Regione. Credo anche di poter dire che questo risultato premi un lavoro fatto con spirito di squadra e senza risparmio di energie": questo il commento di Rossi.

     

    "Ma soprattutto – aggiunge – il sondaggio esprime un consenso sulle grandi scelte che abbiamo fatto in questi anni come giunta e come consiglio regionale: dalla riduzione dei costi della politica, alle azioni per la tutela del territorio; dal sostegno alle famiglie in difficoltà e ai giovani in cerca di autonomia, alla difesa del servizio pubblico di trasporto, fino, sul piano della politica industriale, all'impegno per il sostegno al manifatturiero e per l'adeguamento delle infrastrutture, superando vecchi immobilismi e localismi".

     

    "E – conclude – dice che la politica ha le armi per stare in sintonia con i cittadini: la serietà e il coraggio delle scelte".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...