spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Fra San Quirico e Montagnana: sta creando disagi infiniti a centinaia di persone

    CHIANTI FIORENTINO – E' in programma per il prossimo 31 ottobre, alle 12.30, un sopralluogo congiunto Provincia/Comune sulla frana della SP 81 per fare il punto sull'avanzamento dei lavori di ripristino.

     

    All'incontro parteciperanno il sindaco di Montespertoli Giulio Mangani, l'assessore provinciale Marco Gamannossi ed i tecnici di entrambe gli enti. Sono inoltre invitati i cittadini.

     

    "La frana di Via Romita – spiega il sindaco Giulio Mangani – è stata, senza dubbio, un disastro che ha colpito profondamente gli abitanti di San Quirico e Montagnana, creando enormi disagi non solo alla popolazione, ma anche al sistema dei trasporti ed alle attività presenti nella zona".

     

    "Va detto però – prosegue – che, come in tutte le grandi emergenze, si sono resi necessari studi approfonditi che potessero consentire di trovare una soluzione il più possibile definitiva, e che in questi casi nessuno è in grado di fare miracoli".

     

    "I lavori – dice ancora – iniziati a fine settembre, dopo approfondite indagini geologiche e la progettazione esecutiva, sono stati avviati grazie anche al contributo della Regione Toscana, ed al momento sono prossimi al completamento della prima fase, che prevede l'apertura della strada mantenuta a fondo sterrato per dare al terreno il tempo di assestarsi".

     

    "Auspichiamo che per il 31 ottobre – conclude – data del sopralluogo, saremo veramente prossimi, tempo permettendo, al completamento della stessa".

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...