domenica 29 Novembre 2020
Altre aree

    I sindaci: “Ragazzi, niente assembramenti per Halloween, non è il momento di festeggiare”

    L'invito di Paolo Sottani, Roberto Ciappi, David Baroncelli al rispetto delle norme anticontagio. I Comuni attivano controlli più serrati con gli agenti della polizia locale

    CHIANTI FIORENTINO – Nessun “dolcetto-scherzetto” dovrà essere bussato alle porte delle case del Chianti fiorentino.

    Sono i sindaci dell’Unione comunale del Chianti fiorentino a fare appello al buon senso dei cittadini e ad invitare soprattutto i più giovani, in una delle fasi più critiche della pandemia legata all’aggravarsi del contagio da Coronavirus, ad evitare assembramenti, girovagando in gruppo per le vie di Greve, San Casciano e Barberino Tavarnelle.

    L’occasione imminente è quella della festa di Halloween che si celebra tradizionalmente la sera del 31 ottobre.

    “Cari ragazzi, purtroppo quest’anno dobbiamo rinunciare a fare festa – dichiarano i primi cittadini Paolo Sottani, Roberto Ciappi e David Baroncelli – nel rispetto di quanto disposto dal Dpcm, i nostri comportamenti giornalieri devono avere quale priorità la tutela della salute, la nostra e quella degli altri, pensando ai più fragili, e mirare alla scrupolosa osservanza delle regole”.

    “Non possiamo raggrupparci nei luoghi pubblici e all’esterno – riprendono – non possiamo andare in giro e favorire la formazione di assembramenti soprattutto durante le festività e le ricorrenze, come quella di Halloween”.

    “Il virus in questo momento corre più di noi purtroppo – aggiungono – E’ un dato che dobbiamo tenere ben presente e mai trascurare. Gli aggiornamenti che riceviamo quotidianamente sui numeri del contagio parlano chiaro: la situazione non migliora dal punto di vista della trasmissione epidemiologica e ci obbliga a tenere alta la guardia in ogni aspetto della nostra vita”.

    “Per questo – auspicano – ci appelliamo nuovamente all’impegno civico delle nostre comunità e al senso di responsabilità dei più giovani allo scopo di eliminare tutti quei comportamenti che possono esporre in particolare i soggetti deboli al rischio del contagio”.

    “Poche regole da mettere in pratica – rimarcano – perché necessarie alla difesa della vita. Rispettiamo il distanziamento, indossiamo le mascherine, igienizziamo frequentemente le mani con la soluzione idroalcolica”.

    I Comuni dell’Unione del Chianti fiorentino hanno attivato per questo fine settimana controlli più serrati in collaborazione con le forze dell’ordine.

    Gli agenti della polizia locale e i carabinieri sorveglieranno le aree pubbliche dei tre territori per il rispetto delle norme anticontagio.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...