spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Il sindaco di Firenze in due comuni ha anche superato quota 60%

    E' un confronto da fare anche quello sulle percentuali raccolte dai due candidati al ballottaggio delle primarie nazionali del centrosinistra, Pierluigi Bersani e Matteo Renzi. Anche nei nostri comuni.

     

    Con il blocco delle nuove iscrizioni e con le dichiarazioni di voto dei vari Bruno Tabacci, Laura Puppato e Nichi Vendola, era chiaro che Bersani non potesse far altro che salire nei voti. E' però interessante vedere dove e in che modo.

     

    Ad esempio, scorrendo i dati si scopre che anche Matteo Renzi fra primo turno e ballottaggio ha preso qualche punto percentuale in più ovunque fra Chianti e colline fiorentine. A Impruneta è addirittura salito di oltre 6 punti percentuali. Ecco tutti i dati nel dettaglio, rielaborati dal Gazzettino.

     

    PRIMO TURNO-BALLOTTAGGIO: VARIAZIONI PERCENTUALI
    COMUNE
     
    PRIMO TURNO BALLOTTAGGIO
    RENZI BERSANI RENZI BERSANI
    Barberino V.E. 54,7% 25,7% 59,5% 40,5%
    Bagno a Ripoli 51,1% 35,9% 53,3% 46,7%
    Greve in Chianti 58,6% 26,9% 60,1% 39,9%
    Impruneta 54% 33,9% 60,3% 39,7%
    San Casciano 50,5% 30,8% 53,5% 46,5%
    Tavarnelle 55,5% 33,7% 56,6% 43,4%

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...