spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
mercoledì 28 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tre assemblee a cui potranno partecipare giocatori, allenatori e dirigenti delle nostre squadre

    Cambiano le regole sul fuorigioco, e soprattutto su alcune sue interpretazioni, ed anche la Toscana ed i dilettanti si adeguano.

     

    E soprattutto vogliono far sì che ogni attore delle gare (arbitri, giocatori, allenatori, dirigenti) siano consapevoli di tali variazioni.

     

    Per questo il Comitato Regionale Toscana della Lega Nazionale Dilettanti e il Comitato Regionale Arbitri della Toscana in collaborazione con l'Associazione Italiana Allenatori di Calcio (AIAC) e l'Associazione Italiana Calciatori (AIC) e il Settore Giovanile e Scolastico F.I.G.C. al fine di offrire una spiegazione chiara e dettagliata della nuova regola e della sua applicazione hanno programmato una serie di riunioni condotte dal presidente del C.R.A. Toscana Matteo Simone Trefoloni.

     

    Il 31 agosto appuntamento alle 16 a San Giuliano Terme (Pisa), presso il  Teatro Rossini di Ponteasserchio in piazza Togliatti, per le province di Livorno, Lucca, Massa Carrara e Pisa. Il 3 settembre, alle 20.30 in Località Fontebecci-Siena, presso la Sala Auditorium ChiantiBanca, per le province di Grosseto e Siena. Ed infine il 7 settembre, alle 9.30 a Campi Bisenzio (Firenze), all'Auditorium del Centro Rodari, in via Garcia Lorca, per le province di Arezzo, Firenze, Pistoia e Prato. La partecipazione non è strettamente vincolata alla provincia di appartenenza

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...