spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Ad annunciarlo il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi

    La Toscana si pone l’obiettivo di raggiungere il 65% di raccolta differenziata entro il 2020 e di recuperare maggiori quantità di materiali, diminuendo anche la produzione di rifiuti.
     

    Ad annunciare questi traguardi possibili è stato il presidente della Regione, Enrico Rossi, nel corso della conferenza stampa che ha tenuto insieme al sindaco di Capannori, Giorgio Del Ghingaro, per presentare il convegno che si terrà sabato 18 nel comune della piana lucchese dal titolo “Capannori in Toscana. La gestione dei rifiuti”.
     

    “Entro l’estate – ha aggiunto Rossi – presenteremo con l’assessore all’ambiente Annarita Bramerini il Piano regionale rifiuti e bonifiche. In vista di quell’appuntamento inizieremo sabato un tour tra i Comuni toscani più virtuosi per capire come hanno fatto".

     

    "Tra i 21 Comuni toscani che hanno già superato il 65% di differenziata – ricorda – il più popoloso è Capannori e sabato saremo lì per parlare della loro esperienza che ha comportato anche una riduzione della produzione. In Toscana si è passati dai 663 kg pro capite del 2009, ai 630 del 2011 ed occorre proseguire su questa strada”.
     

    Il presidente ha detto poi che, alla luce degli obiettivi che la Toscana si pone (riduzione della produzione dei rifiuti, aumento della raccolta differenziata e del riciclo) occorre capire il reale fabbisogno impiantistico e tra gli esempi virtuosi di riuso ha citato il caso della Piaggio che utilizza profilati di plastica riciclata per la carenatura dei suoi mezzi.
     

    Al convegno che si terrà a partire dalle 9.30 di sabato 18 presso l’auditorium del distretto sanitario di Capannori interverranno il sindaco Giorgio del Ghingaro, l’assessore regionale all’ambiente Annarita Bramerini, il vicesindaco di Napoli (Comune che aderisce al progetto “Rifiuti zero”) Tommaso Sodano, e il coordinatore del Centro di Ricerca Rifiuti Zero a Capannori, Rossano Ercolini, che è stato di recente insignito a San Francisco del prestigioso Goldman Environmental Prize 2013, una sorta di premio Nobel per l’ambiente.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua