spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Chianti, comune per comune: politiche a confronto, 2013 vs. 2018

    Pesante smottamento di Pd e Forza Italia; "esplosione" della Lega. M5S in lieve crescita o... in lieve perdita

    CHIANTI – Partito democratico che perde terreno anche nei comuni del Chianti, dove "esplode" letteralmente la Lega, con un MoVimento 5 Stelle stabile.

     

    E' questa, come vedete anche dalle tabelle, la "fotografia" del confronto fra le elezioni politiche 2013 e quelle del 2018 (i dati sono quelli riferiti alla Camera dei Deputati) nei nostri comuni.

     

    Una "fotografia" che cerchiamo di mettere a fuoco con i sei partiti principali che domenica 4 marzo si sono affrontati alle urne, con un dato nazionale che ha visto il boom del M5S e della Lega, il crollo di Forza Italia, l'implosione del Pd.

     

     

    PARTITO DEMOCRATICO

     

    Meno 6,5% a Bagno a Ripoli, -2,1% a Barberino, -8,7% a Greve in Chianti, -5,8% a Impruneta, -4,3% a San Casciano, -1,7% a Tavarnelle.

     

    Poi, nel Chianti senese: -7,9% a Castellina in Chianti, -4,6% a Castelnuovo Berardenga, -6% a Gaiole in Chianti, -4,2% a Radda in Chianti.

     

    Sono i numeri del pesante smottamento del Partito democratico anche nei comuni chiantigiani: Pd che nei nostri territori regge meglio rispetto al disastro nazionale, ma anche per le segreterie (e le amministrazioni) locali suonano campanelli d'allarme.

     

    A Impruneta in primis, dove si vota fra qualche settimana per il rinnovo delle amministrative; in tutti gli altri dove si va alle urne per sindaci e consigli comunali l'anno prossimo.

     

    LEGA

     

    Inutile anche riportare i dati (che potete vedere qua sopra): la Lega (che rispetto al 2013 ha perso… il Nord dal simbolo) è, nel Chianti almeno, la vera vincitrice di questa tornata elettorale.

     

    Qui infatti passa dalle "nebbie dello zero virgola" a valori tutti a doppia cifra. Con un impressionante 20,8% a Gaiole in Chianti.

     

    MOVIMENTO 5 STELLE

     

    Il MoVimento 5 Stelle non replica invece, a livello chiantigiano, l'impressionante successo in chiave nazionale.

     

    Ovunque infatti o aumenta di pochi decimali (Bagno a Ripoli, Greve in Chianti, Impruneta, Tavarnelle, Castellina e Radda in Chianti); oppure, degli stessi decimali, diminuisce (Barberino, San Casciano, Gaiole, Castelnuovo Berardenga).

     

    Piccole "emorragie" che, con ogni probabilità, sono andate a rimpolpare i dati leghisti.

     

     

     

    FRATELLI D'ITALIA

     

    Il partito di Giorgia Meloni cresce ovunque fra l'1 e il 2%. Rosicchiando molto probabilmente voti a Forza Italia.

     

    E in tutti i comuni chiantigiani supera anche quella che sarebbe la "soglia" di sbarramento (il 3%) a livello nazionale.

     

    FORZA ITALIA

     

    L'altro tonfo fragoroso, nel Paese così come nel Chianti, è quello di Forza Italia. Lo confrontiamo con il dato del Pdl del 2013 (quindi un pochino di tolleranza ci vuole) ma è indubbio che la retromarcia è consistente.

     

    Ovvero: -4,9% a Bagno a Ripoli; -5,4% a Barberino; -6,1% a Greve in Chianti; -5,1% a Impruneta; -5,8% a San Casciano; -6,1 a Tavarnelle.

     

    Per quanto riguarda il Chianti senese: -2,4% a Castellina; -4,9% a Castelnuovo Berardenga; -6,7 a Gaiole in Chianti; addirittura -8,8% a Radda in Chianti.

     

    LIBERI E UGUALI

     

    Infine, Liberi e Uguali. Nella tabella li trovate accanto a Sinistra Ecologia e Libertà, che alle elezioni del 2013 raccolse più o meno gli stessi voti. Ma è un puro esercizio di stile e non vogliamo fare confronti che non ci stanno.

     

    Due le situazioni che evidenziamo: il miglior risultato, ovvero quello raccolto a Greve in Chianti con il 6,4%; il peggiore invece registrato a Radda in Chianti dove LeU rimane addirittura lontano dal 3%.

     

    Risultati comunque deludenti in tutto il Chianti, a fronte invece di un impegno diretto nella campagna elettorale a livello locale di molti ex amministratori (in particolare ex Ds-Pd). Figure che però non sono riuscite a portare in dote voti.

    di Matteo Pucci

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...