spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Maggiori contributi su affitti e servizi a delega Asl; aumento posti convenzionati negli asili

    CASTELNUOVO BERARDENGA – Sostegno alle famiglie in difficoltà attraverso una maggiore compartecipazione alle spese dei canoni di locazione, l’aumento dei posti convenzionati presso gli asili comunali e per le attività estive e con una maggiore spesa per i servizi a delega Asl.

     

    Nei giorni scorsi il Comune di Castelnuovo Berardenga ha approvato il bilancio di previsione 2013 che vede crescere l’impegno dell’amministrazione comunale sul fronte del welfare

     

    “Abbiamo approvato il bilancio con molte incertezze e incognite – commenta l’assessore al bilancio, Letizia Pacenti – Non abbiamo ancora indicazioni precise su quanto avverrà in merito all’Imu dopo la sospensione della rata di giugno sulla prima casa; non conosciamo l’ammontare del Fondo di solidarietà comunale previsto dalla legge e non abbiamo indicazioni precise sulla Tares, se sarà sospesa o meno".

     

    "Tuttavia – dice l'assessore – andare avanti ancora con la gestione provvisoria del bilancio non ci avrebbe permesso di mettere in moto tutti quei meccanismi che riteniamo necessari per dare sostegno e contributi alle fasce più deboli della popolazione”.

     

    “In particolare – spiega Pacenti – abbiamo aumentato le quote di compartecipazione comunale per il bando dedicato agli affitti e le risorse dedicate ai servizi di delega Asl che, a settembre, prevedono la pubblicazione di un bando per assegnare voucher alimentari alle persone che necessitano di assistenza sociale. Per l’infanzia, inoltre abbiamo previsto maggiori contributi alle famiglie con un Isee basso per poter usufruire del servizio estivo di luglio e agosto dedicato ai più piccoli e aumentato il numero di posti convenzionati presso gli asili comunali che per San Gusmè sono 13 e per Pontignano 24”.

     

    “Stiamo lavorando – conclude Pacenti – per dare vita a progetti una tantum che offrano un aiuto concreto alle famiglie che presentano casi di cassa integrazione, disoccupazione o licenziamento e alle aziende che assumono giovani con tirocini formativi. Lo faremo investendo la parte dell’avanzo di amministrazione del 2012 che non è vincolata e che ammonta a circa 600mila euro”.

     

    Durante il consiglio comunale l’assessore al bilancio ha presentato anche i dati afferenti il decreto Legge 35/2013 sul pagamento debiti scaduti della pubblica amministrazione: Castelnuovo Berardenga aveva debiti arretrati del 2012 di circa 450mila euro, sono stati pagati prioritariamente i fornitori ed entro il 2013 sarà pagato tutto come previsto dalla legge.

     

    “Il bilancio del Comune di Castelnuovo Berardenga – aggiunge il sindaco Roberto Bozzi (in foto) –  è sano, nonostante le difficoltà della finanza pubblica, e permette di dare servizi adeguati ai bisogni dei cittadini e a un costo sostenibile. In particolare, cerchiamo di privilegiare la giustizia sociale e fiscale facendo in modo che, chi in questo momento è più in difficoltà, possa pagare meno. In parallelo proseguirà la collaborazione con la Guardia di Finanza nell’impegno del controllo fiscale”.

     

    “Molto importante – prosegue il primo cittadino – è stato il confronto con le associazioni di categoria sul tema della Tares. Un passaggio necessario di cui, come Comune, ci siamo fatti promotori per tutte le altre amministrazioni della provincia di Siena per ottenere un regolamento unico per tutti, redatto tenendo conto delle difficoltà economiche che famiglie e imprese sono chiamate ad affrontare e su linee guida che rispondano alla solidarietà e alla reale produzione di rifiuti".

     

    "In questo momento – conclude – le nostre comunità hanno bisogno di certezze che il governo nazionale non sta dando. C’è bisogno di un colpo di reni affinché l’Italia e i Comuni, che sono gli enti più vicini ai cittadini, possano contribuire allo sviluppo e alla giustizia sociale in un’ottica di libertà di impresa e solidarietà. Auspichiamo, dunque, l’avvio di procedimenti che vadano verso questa direzione di reale e tangibile sostegno”.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...