spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 6 Ottobre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Appuntamento sabato 14 settembre alle 18 presso la Fattoria Castello d’Albola

    RADDA IN CHIANTI – L’amministrazione comunale di Radda in Chianti ha aderito, fino dal 2011, al progetto per la realizzazione delle Mappe di Comunità gestito dalla Fondazione Musei Senesi. Lo studio ha lo scopo di promuovere attraverso la valorizzazione culturale, la conoscenza del territorio e la promozione turistica sia del proprio circondario comunale che dell’intero Chianti.

     

    Un primo contributo lo abbiamo con il volume di Maurizio Carnasciali"Acqua da Occhi. Memorie della nostra terra. Villaggi, castelli, edifici religiosi nell’alto Chianti: Albola, Badia a Montemuro, Bugialla, Pian d’Albola, Sant’Ilario, San Marco", che verrà presentato sabato 14 settembre alle 18 presso la Fattoria Castello d’Albola (in foto), via Pian d’Albola, 31 a Radda in Chianti.

     

    Programma: saluto del sindaco di Radda in Chianti, Alessandro Aterini; saluto del vice presidente della Casa Vinicola Zonin, Michele Zonin; saluto del presidente dell’amministrazione provinciale di Siena, Simone Bezzini; presentazione  del presidente della Fondazione Musei Senesi, Gianni Resti; illustrazione del progetto Mappa di Comunità di Radda in Chianti e introduzione alla pubblicazione “Acqua da  Occhi”, Maurizio Carnasciali; l’incontro si concluderà con un brindisi offerto dalla Fattoria Castello d’Albola.

     

    Questo primo intervento, rappresenta una tappa del percorso per l’organizzazione dell’Ecomuseo del Chianti che ponendo al centro il patrimonio culturale, materiale e immateriale e il patrimonio ambientale della comunità, ha per fine lo sviluppo della stessa anche nell’ambito economico e più propriamente turistico.

     

    La Mappa di Comunità è quindi lo strumento con cui gli abitanti della comunità  locale vedono, percepiscono, e attribuiscono valore al proprio territorio, alle sue memorie, alle sue trasformazioni, alla sua realtà attuale avendo così la possibilità di rappresentare, per esempio, il paesaggio e i saperi in cui si riconoscono e che desiderano trasmettere alle nuove generazioni.
     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...