spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 1 Dicembre 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Palio delle Botti, la finalissima a San Gusmé in arrivo domenica 10 settembre

    L'appuntamento chiude la Festa del Luca che anima il borgo questo finesettimana con giochi e spettacoli

    SAN GUSME' (CASTELNUOVO BERARDENGA) –  Spettacolo e folklore si incontrano per la finalissima del Palio nazionale delle Botti, in programma domenica 10 settembre a San Gusmè, nel Comune di Castelnuovo Berardenga. L’appuntamento chiuderà la Festa del Luca e il borgo chiantigiano è pronto ad accogliere la tradizionale competizione con dieci squadre finaliste provenienti da tutta Italia, che si sfideranno per contendersi il prestigioso drappellone, dipinto quest’anno dall’artista Marco Tassini.

     

    La manifestazione, che coinvolge tutte le regioni italiane e si conclude ogni anno in una Città del Vino diversa, vedrà sfidarsi lungo le vie di San Gusmè, dopo le qualificazioni dei mesi scorsi: la squadra di Castelnuovo Berardenga con San Gusmè, che parteciperà di diritto in quanto ospite; Maggiora, in provincia di Novara e campione in carica da quattro anni; Avio, in provincia di Trento; Cavriana, in provincia di Mantova; Nizza Monferrato, in provincia di Asti; Refrontolo e Vittorio Veneto e Valdobbiadene, in provincia di Treviso; Suvereto, in provincia di Livorno e Furore, in provincia di Salerno. Il Palio delle Botti è organizzato dall’Associazione nazionale Città del Vino con il patrocinio del Comune di Castelnuovo Berardenga.
     

    Tradizioni e storia salutano la Festa del Luca che prosegue sabato 9 settembre con lo spazio “Giocare nella Storia”, in programma alle ore 16.30, i “Cantastorie dei mille colori”, alle ore 17, giocoleria e clown per tutti dalle ore 18.15, prima di lasciare spazio agli stand gastronomici, aperti dalle ore 19, e allo spettacolo di magia ‘Un, due, tre…stella: Gran Gala della Magia’, alle ore 21.30.

     

    “Quand’era un castello” è il tema dell’ultima giornata di Festa, domenica 10 settembre, dedicata al passato medievale di San Gusmé con spettacoli musicali e animazione. La giornata si aprirà alle ore 11.45, con le prove di qualificazione a cronometro per la griglia di partenza del Palio delle Botti. A seguire, alle ore 12, sarà la volta del pranzo, seguito, alle ore 16 dall’apertura di botteghe e dalla ricostruzione di scene di vita a San Gusmè nel XIII secolo.

     

    Alle ore 16 il borgo sarà animato dal corteo storico accompagnato dai Tamburini di Monteriggioni, prima di lasciare spazio, alle ore 17, alla finale nazionale del Palio delle Botti, che impegnerà ogni squadra, formata da due spingitori, nel far rotolare una botte da 500 litri lungo un percorso compreso tra un minimo di 600 metri e un massimo di 1.500 metri di lunghezza.

     

    Seguiranno le premiazioni e lo spettacolo di giocolieri e saltimbanchi, prima di dedicarsi ai sapori del territorio negli stand gastronomici, aperti dalle ore 19, e alla Serata del Fritto. Il gran finale sarà affidato a “I giullari del carretto”, dalle ore 21.15, e ai fuochi d’artificio che illumineranno il borgo castelnovino alle ore 22.45.

     

     

     

     

     

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...