spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 3 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Gestione unitaria per i servizi residenziali e semiresidenziali a Castelnuovo e Castellina

    Da Castelnuovo via libera all'accordo per la gestione unitaria dell'Asp Virginia Borgheri e Rsa Villa Chigi

    CASTELNUOVO BERARDENGA-CASTELLINA IN CHIANTI – E’ stato approvato nei giorni scorsi dal consiglio comunale di Castelnuovo Berardenga l’accordo tra il Comune castelnovino, quello di Castellina in Chianti e l’Asp "Virginia Borgheri" per la gestione unitaria delle residenze sanitarie assistite Virginia Borgheri e Villa Chigi.

     

    L’Asp si occuperà di garantire servizi residenziali e semiresidenziali dedicati alle persone ultrasessantacinquenni non autosufficienti e/o di età inferiore ai 65 anni con patologie degenerative. L’accordo sarà valido per i prossimi dieci anni.

    “La gestione unitaria dei servizi residenziali e semiresidenziali attraverso un’unica Asp – afferma Annalisa Giovani, assessore alle politiche sociali e sanità di Castelnuovo Berardenga –  permetterà ai Comuni di Castelnuovo Berardenga e Castellina in Chianti di accrescere le prestazioni, offrire una migliore organizzazione e un potenziamento dell’assistenza e ottenere economie di scala per la gestione delle due strutture residenziali".

     

    "I due Comuni inoltre – conclude Giovani – concerteranno preventivamente gli indirizzi sui quali impostare l'attività di controllo, direzione, coordinamento e supervisione sulla gestione dell’Azienda, a beneficio dei servizi erogati”.

     

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...