spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Rassegna delle corali del Chianti: il via domenica 8 maggio dalla Certosa di Pontignano

    Concerto del Ventennale delle Corali del Chianti in cui si esibiranno a turno i cori di San Casciano, Greve in Chianti, Tavarnelle, Barberino Val d'Elsa, Radda, Castellina in Chianti

    CHIANTI – Questo fine settimana avrà inizio la Rassegna delle corali del Chianti.

    La Rassegna è stata ideata, oltre che per la valorizzazione degli aspetti storico-artistici del nostro territorio (pievi, borghi e castelli), anche allo scopo di promuovere e diffondere l’interesse e la conoscenza del canto corale.

    Domenica 8 maggio alle ore 17, nella splendida cornice della Certosa di Pontignano a Castelnuovo Berardenga, ci sarà il concerto del Ventennale delle Corali del Chianti in cui si esibiranno a turno i seguenti cori.

    Coro Quodlibet di San Casciano, Coro Polifonico del Chianti, Corale Santa Lucia al Borghetto, Corale San Niccolò di Radda in Chianti, Coro Cappella Musicale di San Bartolomeo di Barberino Val d’Elsa e Schola Cantorum Castellina in Chianti.

    La Rassegna proseguirà poi in vari altri luoghi tra cui la Pieve di San Pancrazio dove il Quodlibet aprirà il concerto del Coro ospite Firenze Vocal Ensemble diretto dal Maestro Ennio Clari, sabato 14 maggio alle ore 21.

    Il concerto, inoltre, è inserito all’interno della manifestazioni per la Festa di San Pancrazio.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...