spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 8 Agosto 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Covid-19 in Toscana, si inizia luglio sopra 4.500 nuovi casi: sono 129 nei nostri comuni

    Nel Chianti e nelle colline fiorentine oggi sono 111 le nuove positività al virus (ieri 125). Nel Chianti senese si registrano 18 nuovi positivi (ieri 29)

    FIRENZE – Diffusione Covid-19 in Toscana: la nostra regione inizia il mese di luglio sulla falsariga della fine di giugno, sopra 4.500 nuovi positivi di giornata.

    Numeri sempre altissimi anche per quanto riguarda la percentuale di positivi al primo tampone, che oggi è sopra all’81%.

    Ovvero, su 10 persone testate per la prima volta (che non siano quindi tamponi di controllo), oltre 8 risultano positive.

    “I nuovi casi registrati in Toscana – dice nella sua comunicazione ufficiale il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani – sono 4.547 su 17.221 test di cui 1.875 tamponi molecolari e 15.346 test rapidi”.

    “Il tasso dei nuovi positivi – prosegue Giani – è 26,40% (81,8% sulle prime diagnosi)“.

    Diffusa come ogni mattina anche la tabella esemplificativa con le suddivisioni per Asl e comuni dei nuovi positivi al virus.

    Nel Chianti e nelle colline fiorentine oggi, venerdì 1 luglio, sono 111 le nuove positività al virus (ieri 125).

    Nel Chianti senese si registrano 18 nuovi positivi (ieri 29).

    Ecco le notifiche relative ad oggi, venerdì 1 luglio.

    CHIANTI FIORENTINO E COLLINE FIORENTINE

    Bagno a Ripoli 40

    Barberino Tavarnelle 16

    Greve in Chianti 16

    Impruneta 15

    San Casciano 24

    CHIANTI SENESE

    Radda in Chianti 0

    Gaiole in Chianti 3

    Castelnuovo Berardenga 10

    Castellina in Chianti 5

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...