domenica 17 Gennaio 2021
Altre aree

    Covid-19, 83 nuovi casi in provincia di Siena: a Radda focolaio nell’Rsa con 19 positivi

    Il sindaco Mugnaini: "Strutture come queste sono difficili da difendere per mesi e mesi. Anche perché adesso, diversamente da quanto accadde a marzo e aprile, il virus sul territorio gira"

    SIENA – Il numero di nuovi casi positivi al Covid-19 notificato oggi nella Ausl Toscana Sud Est è di 277 unità.

    Di questi, 83 sono nella provincia di Siena. Per determinare la loro positività sono stati effettuati 1.120 tamponi.

    Come si vede dai dati suddivisi per comune, sul complessivo oggi pesa in modo importante il dato di 19 nuovi casi positivi nel comune di Radda in Chianti.

    “Si tratta – dice il sindaco Pier Paolo Mugnaini – di un focolaio all’Rsa “P. Fedi”. Purtroppo, pur avendo lavorato ogni giorno con scrupolo, il virus è entrato”.

    “Strutture come queste – conclude il sindaco – sono difficili da difendere per mesi e mesi. Anche perché adesso, diversamente da quanto accadde a marzo e aprile, il virus sul territorio gira. E le persone che vi lavorano possono entrare a contatto. E trasmetterlo all’interno”.

    Le persone positive in carico all’Ausl TSE nella provincia senese sono 1.592. Provincia in cui oggi si registrano 31 guarigioni.

    Nuovi casi per Comune della provincia di Siena

    (Non sono indicati i comuni dove si registrano zero contagi) 

    Casole D’Elsa 1

    Castelnuovo Berardenga 2

    Cetona 1

    Chianciano Terme 2

    Colle Di Val D’Elsa 8

    Montalcino 1

    Montepulciano 6

    Monteriggioni 3

    Monticiano 1

    Murlo 1

    Pienza 2

    Poggibonsi 11

    Radda In Chianti 19

    Rapolano Terme 3

    San Gimignano 3

    Siena 12

    Sinalunga 4

    Sovicille 1

    Torrita Di Siena 1

    Trequanda 1

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...