sabato 6 Marzo 2021
Altre aree

    L’annuncio del presidente della Regione Giani: “La Toscana rimane zona gialla”

    Il presidente del consiglio regionale Mazzeo: "Una buona notizia per gli studenti, i ristoratori e i toscani tutti, ma attenzione l'indice Rt è in rialzo (è a 0,96) ed è molto vicino alla soglia critica"

    FIRENZE – Mentre gran parte delle regioni italiane cambiano colore in modo peggiorativo, la Toscana rimarrà ufficialmente gialla.

    Lo annuncia il presidente della Regione, Eugenio Giani: “Ho appena sentito il ministro della salute Roberto Speranza. Grazie ai risultati del lavoro di queste settimane, mi ha ufficializzato che la Toscana continuerà ad essere zona gialla, anche nel fine settimana”.

    “Le scuole superiori – prosegue Giani – saranno aperte in presenza al 50%. Non abbassiamo la guardia, continuiamo a fare attenzione e proteggerci. Dipende tutto da noi, manteniamo la nostra regione in zona gialla, rendiamo la Toscana sicura”.

    A precisare ulteriormente il messaggio di Giani, in particolare su quello che accadrà da lunedì, è il presidente del consiglio regionale della Toscana, Antonio Mazzeo.

    “La Toscana resterà in zona gialla – dice Mazzeo – Una buona notizia per gli studenti, i ristoratori e i toscani tutti, ma attenzione l’indice Rt è in rialzo (è a 0,96) ed è molto vicino alla soglia critica, quindi adesso più che mai prudenza e responsabilità”.

    “Saremo in zona gialla anche nel week end – conclude – e per tutta la prossima settimana sarà confermata la didattica in presenza al 50% nelle scuole superiori”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...