mercoledì 12 Agosto 2020
Altre aree

    L’assessore Ciuoffo incontra delegazione di ristoratori toscani: “Al lavoro per far ripartire l’economia”

    “A giorni partirà una grande campagna promozionale della Toscana. Riteniamo vi siano le condizioni per recuperare parte della stagione, con presenze nazionali e straniere"

    FIRENZE – Attenzione e rassicurazioni sul lavoro in atto per trovare soluzioni sono state espresse dall’assessore regionale alle attività produttive, turismo e commercio, Stefano Ciuoffo, al gruppo di ristoratori che oggi ha manifestato a Firenze.

    “Nell’interlocuzione avuta oggi con Pasquale Naccari – racconta Ciuoffo al termine dell’incontro con la delegazione – abbiamo ribadito, così come ho fatto nelle precedenti occasioni, che la Regione conferma il suo impegno su tutti i fronti che possono favorire una ripresa delle attività economiche in Toscana”.

    “I temi posti – precisa l’assessore regionale – sono prevalentemente legati a decisioni e finanziamenti statali. Tuttavia, su ciò su cui possiamo intervenire, lo faremo, come ad esempio il sostegno alla richiesta di modifica ai protocolli relativa ai congiunti in determinate situazioni all’interno dei locali e degli spazi di loro competenza”.

    “Dobbiamo essere consapevoli – riprende Ciuoffo – che nessun aiuto una tantum potrà sostituire quanto derivava dal proprio lavoro ed è per questo che il nostro impegno è rivolto a far ripartire l’economia e il turismo, così da supportare l’intera filiera connessa”.

    “A giorni – prosegue Ciuoffo – partirà una grande campagna promozionale della Toscana e riteniamo vi siano le condizioni per recuperare parte della stagione, con presenze nazionali e di stranieri”.

    “Tutte le azioni utili a sostenere il rilancio delle attività economiche – conclude – saranno portate avanti con determinazione”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino