spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 26 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Terapie intensive Covid: rischi dei non vaccinati 10 volte più di quelli dei vaccinati

    Diffusi i dati di ingresso nella settimana dal 20 al 26 dicembre: un toscano ogni 25mila fra i non vaccinati, uno ogni 223mila fra i vaccinati (con almeno una dose)

    FIRENZE – In mezzo alle mille variabili della pandemia, alle difficoltà del sistema di test e tracciamento, alle code per i tamponi, agli isolamenti e alle quarantene, una certezza al momento c’è.

    Chi non si è vaccinato rischia di sviluppare una forma grave di Covid-19 in modo esponenzialmente superiore a chi si è sottoposto al vaccino.

    Lo confermano i dati diffusi questa mattina dal presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, che ha riportato i dati di accesso alle terapie intensive Covid dal 20 al 26 dicembre.

    Come si vede in questi sette giorni (ma il dato è ormai consolidato da tempo) chi non si è vaccinato ha rischiato circa 10 volte in più di chi si è vaccinato di finire in terapia intensiva.

    Sono state 21 (in un range di età fra i 39 e gli 88 anni, 13 uomini e 8 donne) le persone non vaccinate ricoverate nelle terapie intensive Covid della nostra regione nella settimana di Natale.

    Un numero di ricoveri su una platea di non vaccinati (dove la maggior parte sono comunque bambini dai 5 agli 11 anni, quindi per fortuna a bassissimo rischio di finire in terapia intensiva) di poco meno di 550mila persone. Una ogni 25mila.

    Sono state invece 14 le persone vaccinate (dai 49 agli 80 anni, 10 uomini e 4 donne) finite in terapia intensiva Covid, su una platea di riferimento grande quasi 6 volte quella dei non vaccinati, ovvero oltre 3.100.000 toscani. Una ogni 223mila.

    Da tenere infine presente che nel calcolo complessivo, come vaccinate vengono individuate tutte le persone che abbiano ricevuto almeno una dose di vaccino.

    Sarebbe quindi oltremodo utile e interessante sapere, delle persone con vaccino finite in terapia intensiva, quante dosi avessero ricevuto.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...