spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 27 Luglio 2021
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Vaccino anti-Covid ai maturandi: nell’Asl Toscana sud est oltre 4.000 prenotati

    In particolare sono 1.561 nella provincia di Siena, 1.209 in provincia di Grosseto, 1.631 in quella di Arezzo

    SIENA – Nell’imminenza dell’inizio dell’esame di Stato, la Asl Toscana Sud Est tira le somme sui maturandi che hanno prenotato il vaccino anti-Covid, grazie all’opportunità messa a disposizione di questa categoria dalla Regione Toscana.

    Da sabato 5 giugno, primo giorno di apertura delle prenotazioni sul portale regionale, sono 4.401 i maturandi, tra i 18 e i 20 anni, che hanno fissato l’appuntamento per vaccinarsi nelle sedi dell’Asl Tse.

    In particolare sono 1.561 nella provincia di Siena, 1.209 in provincia di Grosseto, 1.631 in quella di Arezzo.

    “L’adesione degli studenti che si accingono a fare la maturità è stata elevata, segnale di un profondo senso civico radicato anche nei giovani e della voglia di tornare a una vita più normale possibile, in prospettiva dell’estate appena iniziata” afferma il direttore generale, Antonio D’Urso.

    “La risposta entusiasta e i dati – prosegue – ci fanno ben sperare e dimostrano un atteggiamento sicuramente di fiducia nei confronti della vaccinazione anti-Covid”.

    “Dopo l’input della Regione – ricorda – ci siamo subito mossi per organizzare le linee vaccinali con una programmazione ad hoc per questi ragazzi, predisponendo le sedi e il personale necessario, parallelamente alle vaccinazioni già in corso”.

    “Intanto – conclude D’Urso – proseguiamo con la somministrazione alle altre categorie e con tutti gli over 16 che ormai possono prenotarsi sul portale”.

    Per chi non lo avesse ancora fatto, sul portale https://prenotavaccino.sanita.toscana.it è tuttora aperta la sezione maturandi su cui potersi prenotare.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...