mercoledì 12 Agosto 2020
Altre aree

    Disabilità, 400 mila euro dalla Regione per l’autonomia e la mobilità personale

    Risorse finalizzate per l'acquisto di un’autovettura, la modifica dei comandi al volante o anche per l'adattamento dell'auto per il trasporto di carrozzine

    FIRENZE – Sono in fase di distribuzione, proprio in questi giorni, 400 mila euro di contributi a 94 persone che ne hanno fatto richiesta, partecipando a due bandi del Centro regionale per l’accessibilità, grazie alla Legge regionale 81 del 2017.

    Si tratta di contributi che, in alcuni casi, hanno superato  il tetto massimo di 7 mila euro a persona, con una media di oltre 4 mila euro per ogni contributo erogato.

    Queste risorse economiche, che la Regione ha stanziato tramite appositi bandi e che sono già in fase di erogazione, sono finalizzate a sostenere l’autonomia e la mobilità personale per l’acquisto di un’autovettura, la modifica dei comandi al volante o anche per l’adattamento dell’auto per il trasporto di carrozzine.

    “Si tratta di un ulteriore contributo a favore di una maggiore autonomia delle persone con disabilità  nell’ambito di una più vasta politica di promozione e sostegno alla vita indipendente” commenta l’assessore al diritto alla salute, al welfare e all’integrazione socio-sanitaria, Stefania Saccardi.

    “Da anni – conclude l’assessore alla salute della Toscana – la Regione investe in questo settore del sociale a tutela delle persone più fragili e dei loro diritti. Visti il forte apprezzamento riscontrato e l’importanza di tale sostegno, ci auguriamo che anche in futuro ci sia la massima attenzione su queste problematiche”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino