spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 28 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Alia: lunedì 8 novembre sciopero nazionale del comparto igiene ambientale

    Potranno verificarsi forti ritardi nell’effettuazione dei servizi di raccolta rifiuti (soprattutto porta a porta ma anche con contenitori stradali), di lavaggio e spazzamento strade

    FIRENZE – Alia Servizi Ambientali informa gli utenti che  le organizzazioni sindacali nazionali di categoria – FP Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Fiadel – hanno indetto per lunedì 8 novembre uno sciopero generale nazionale di tutte le imprese pubbliche e private del comparto igiene ambientale, “in conseguenza – si spiega – dell’interruzione delle trattative per il rinnovo del CCNL  Utilitalia e FISE/Assoambiente”.

    Lo sciopero nazionale è proclamato per l’intera giornata di lunedì 8 novembre e riguarderà tutti i turni di lavoro diurno e notturno.

    Pertanto potranno verificarsi forti ritardi nell’effettuazione dei servizi di raccolta rifiuti (soprattutto porta a porta ma anche con contenitori stradali), di lavaggio e spazzamento strade, con possibili chiusure parziali o totali degli Ecocentri, degli sportelli Tari, degli Infopoint, oltre a possibili assenze degli Ecofurgoni (laddove previsti).

    Su tutto il territorio dei 58 comuni serviti (Abetone Cutigliano, Agliana, Bagno a Ripoli, Barberino di Mugello, Barberino Tavarnelle, Borgo San Lorenzo, Buggiano, Calenzano, Campi Bisenzio, Cantagallo, Capraia e Limite, Carmignano, Castelfiorentino, Cerreto Guidi, Certaldo, Chiesina Uzzanese, Empoli, Fiesole, Figline e Incisa Valdarno, Firenze, Fucecchio, Gambassi Terme, Greve in Chianti, Impruneta, Lamporecchio, Larciano, Lastra a Signa, Marliana, Massa e Cozzile, Monsummano Terme, Montaione, Montale, Montecatini Terme, Montelupo Fiorentino, Montemurlo, Montespertoli, Pescia, Pieve a Nievole, Pistoia, Poggio a Caiano, Ponte Buggianese, Prato, Quarrata, Rignano Sull’Arno, Sambuca Pistoiese, San Casciano Val di Pesa, San Marcello Piteglio, Scandicci, Scarperia e San Piero, Serravalle Pistoiese, Sesto Fiorentino, Signa, Uzzano, Vaglia, Vaiano, Vernio, Vicchio, Vinci), ai sensi dell’accordo nazionale di regolamentazione stipulato in data 1° marzo 2001, le prestazioni indispensabili che Alia garantirà nel corso dello sciopero sono le seguenti.

    • Raccolta e trasporto dei rifiuti definiti pericolosi

    Raccolta e trasporto dei rifiuti solidi urbani pertinenti a:

    • Utenze scolastiche;

    • Mense pubbliche e private di enti assistenziali;

    • Ospedali – case di cura – comunità terapeutiche;

    • Ospizi, centri di accoglienza, orfanotrofi;

    • Stazioni ferroviarie e aeroportuali;

    • Caserme;

    • Carceri.

    Pulizia (spazzamento, raccolta rifiuti e lavaggio) di:

    • Mercati;

    • Aree di sosta attrezzate;

    • Aree di interesse turistico e museale;

    • Raccolta delle siringhe, nonché disinfestazione, derattizzazione e disinfezione per casi urgenti e su segnalazione dell’autorità sanitaria e per ogni altro caso che sia oggetto di ordinanza da parte dell’Autorità sanitaria e/o di pubblica sicurezza;

    • Presidio di pronto intervento;

    • Servizio di centralino.

    A partire dal giorno immediatamente successivo allo sciopero Alia attiverà le eventuali misure tese a normalizzare il servizio nel minor tempo possibile.

    Per ogni ulteriore informazione consultare il sito web www.aliaserviziambientali.it  oppure, escluso il giorno in cui è indetto lo sciopero, contattare il servizio di call center di Alia ai numeri 800888333 da rete fissa, 199105105 da rete mobile, 05711969333 da rete fissa e mobile.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...