spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 5 Dicembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Alia torna a scuola: “Perché costruire un futuro sostenibile è un gioco di squadra”

    Aperte le iscrizioni a percorsi didattici dedicati ad ogni fascia di età e scuola: tutte le informazioni utili

    FIRENZE – “L’ambiente è un gioco di squadra!”: con questo slogan Alia Servizi Ambientali SpA torna in aula e propone a tutte le scuole dei 58 comuni gestiti della Toscana centrale la nuova offerta formativa.

    Dopo aver raggiunto, nello scorso anno scolastico, oltre 13.700 bambini e ragazzi con progetti on line, coinvolgendo circa 450 classi, quest’anno tornano anche le lezioni in presenza.

    Come consultabile nella sezione “Educazione Ambientale” all’interno del portale aziendale, https://www.aliaserviziambientali.it/comunicazione/educazione-ambientale-2/ , Alia incontra i ragazzi in classe offrendo la possibilità di prenotare un appuntamento didattico.

    Durante i laboratori, svolti con metodologie didattiche come il cooperative learning, verranno illustrati, a bambini e ragazzi, i principi e le regole base per una raccolta differenziata di qualità, le buone pratiche per rispettare l’ambiente, il concetto di economia circolare e quanto la partecipazione di ciascuno sia importante per ottenere risultati significativi.

    La didattica sarà aiutata dall’uso di materiali digitali appositamente creati per le diverse fasce d’età, al fine di coinvolgere tutti, perché costruire un futuro sostenibile è un gioco di squadra.

    Inoltre, per gli studenti delle scuole del secondo ciclo delle primarie e delle secondarie di primo grado, è sempre disponibile il portale interattivo, “Waste travel, Io penso sostenibile”, un progetto di realtà virtuale applicata all’economia circolare, volto a sensibilizzare i giovani e le famiglie sull’importanza del valore del rifiuto inteso come risorsa indispensabile per tutelare il mondo in cui viviamo.

    Il tour virtuale, quest’anno rinnovato, presenta due percorsi, uno dedicato ai bambini e l’altro ai più grandi in cui viene spiegato il percorso dei rifiuti, da quando vengono prodotti fino alla loro trasformazione all’interno degli impianti, permettendo ai ragazzi un’esperienza divertente ed immersiva.

    Le iscrizioni sono tutt’ora aperte e semplici da effettuare: è sufficiente compilare on line i moduli pubblicati nella sezione dedicata all’Educazione Ambientale, in cui, oltre ai progetti degli anni scorsi, sono ospitati i videoclip della campagna “Aliatar.

    Storie di imballaggi e buone pratiche” – l’adolescente che non perde occasione per ribadire l’importanza di una buona raccolta differenziata degli imballaggi, primo importante passo per alimentare il riciclo di materia e quindi l’economia circolare – ed informazioni sulla II° edizione del Contest “Second Life.Tutto torna”, dedicato ad arte e sostenibilità.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...







    I Cammini dell'Acqua