spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 23 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Assunzione di nuovi portalettere in provincia di Firenze: ci si può candidare fino a domenica 24 marzo

    Da inserire con contratto a tempo determinato: ci si può candidare direttamente online. Ecco tutte le info e le istruzioni utili

    FIRENZE – Poste Italiane ricerca, anche in provincia di Firenze, portalettere da inserire con contratto a tempo determinato.

    Per potersi candidare è sufficiente inserire entro domenica 24 marzo la propria candidatura sulla pagina web del sito istituzionale di Poste www.posteitaliane.it.

    Nella sezione “Carriere” dedicata a “Posizioni Aperte” in cui sono indicati i requisiti per poter partecipare alla selezione (qui il link diretto).

    I candidati saranno inseriti con contratto a tempo determinato in relazione alle specifiche esigenze aziendali.

    I requisiti richiesti per la candidatura sono il possesso di un diploma di scuola media superiore con votazione minima 70/100 o diploma di laurea, anche triennale, con votazione minima 102/110 e patente di guida in corso di validità idonea per la guida dei mezzi aziendali.

    I nuovi assunti si occuperanno del recapito postale (pacchi, lettere, buste, raccomandate, …) nell’area territoriale di propria competenza.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...