spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Carenza sempre più grave, serve più sangue. L’appello di Avis ai donatori: venite a donare

    "Serve uno sforzo in più anche per evitare nei mesi di luglio ed agosto carenze più estese che potrebbero compromettere le cure di tanti pazienti"

    FIRENZE – È un accorato appello ad uno sforzo ulteriore da parte dei donatori e dei potenziali donatori quello di Avis Regionale Toscana.

    “Il sistema sanitario della nostra Regione sta vivendo una fase molto delicata – afferma Avis Regionale Toscana in una nota – e nel ritorno progressivo alla normalità delle attività ospedaliere dopo il periodo più acuto dell’emergenza sanitaria si stanno moltiplicando le necessità di sangue”.

    “In questo frangente – si ricorda – non possiamo contare sul tradizionale invio di emocomponenti da parte di altre Regioni, una compensazione che solitamente arriva invece a sostenere i bisogni della nostra Regione, la quale, come è noto, assicura l’assistenza sanitaria anche a molti pazienti che provengono da fuori regione”.

    “Siamo consapevoli – aggiunge Avis Regionale Toscana – che i donatori hanno dato già moltissimo per assicurare un flusso programmato e costante di sangue nell’ultimo anno e mezzo, ma serve uno sforzo in più anche per evitare nei mesi di luglio ed agosto carenze più estese che potrebbero compromettere le cure di tanti pazienti. Prenotare la donazione adesso anche per i prossimi mesi è la miglior risposta”.

    I gruppi sanguigni che registrano una necessità più alta di donazioni di sangue intero sono in questo momento in particolare gli A e 0 sia positivi sia negativi, fragile anche la disponibilità del gruppo B sia positivo sia negativo.

    Risulta stabile e soddisfacente la raccolta di sangue intero del gruppo AB, per il quale in ogni caso Avis invita a non abbassare la guardia, ricordando che per i gruppi sanguigni per cui la disponibilità è più ampia si suggerisce caldamente di optare per la plasmaferesi.

    “Non dimentichiamo – ricorda Avis Regionale Toscana – che l’obiettivo di autosufficienza nella raccolta del plasma è ancora lontano dal raggiungimento e non deve essere messo in secondo piano nemmeno nei momenti di carenza di globuli rossi”.

    “La donazione di plasma – viene specificato – può essere fatta ad intervalli più brevi rispetto a quella di sangue intero e anche alternata ad essa”.

    “Le Avis di tutta la Toscana – si evidenzia – sono a disposizione dei cittadini per fornire le informazioni e prenotare la donazione”.

    Sul sito di Avis Toscana sono disponibili i contatti di tutte le 161 sedi operative nella chiamata e prenotazione.

    “Chi non ha mai donato ci pensi – conclude Avis Regionale Toscana – oggi più che mai questo semplice gesto è di vitale importanza”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...