spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 16 Gennaio 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Enel energia sta controllando in elicottero 1.300 km di linee: anche nel nostro territorio

    Coinvolti i comuni di Bagno a Ripoli, Barberino Tavarnelle, Greve in Chianti, Impruneta, San Casciano. I controlli proseguiranno anche nelle prossime settimane

    FIRENZE – Da terra e anche dal cielo, sono iniziati oggi i controlli incrociati di E-Distribuzione, la società del Gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, per garantire un servizio elettrico efficiente e continuo sulle aree di Firenze, Prato, Pistoia, Lucca, Livorno, Pisa e Massa.

    La società elettrica, infatti, sta sorvolando con un elicottero specializzato le linee elettriche di media tensione dei territori cittadini e provinciali citati.

    Attraverso il check-up aereo, che proseguirà anche nel corso delle prossime settimane E-Distribuzione monitorerà lo stato di salute di circa 1.300 km di cavi aerei di media tensione e di centinaia di sezionatori aerei di manovra: complessivamente, quella che verrà analizzata è una porzione di rete elettrica che alimenta 2.532 cabine elettriche di trasformazione, 1.007 posti di trasformazione a palo che forniscono energia a circa 125mila utenze.

    In particolar modo, i controlli di questa sessione di ispezioni eliportate si concentreranno sulle seguenti aree, elencate con il nome delle cabine e linee elettriche di riferimento.

    Queste quelle nell’area della città metropolitana (anche in tutti i comuni del Chianti fiorentino e delle colline fiorentine): Bagno a Ripoli, Barberino Tavarnelle, Calenzano, Cantagallo, Carmignano, Cerreto Guidi, Dicomano, Galluzzo, Gavinana, Greve in Chianti, Impruneta, Lastra a Signa, Marradi, Montemurlo, Montespertoli, Monticelli, Palazzuolo Sul Senio, Poggio a Caiano, Pontassieve, Prato, Reggello, Rufina, San Casciano, San Godenzo, Scandicci, Signa, Vaiano, Vernio.

    La verifica con elicottero, effettuata con tecnologie di ultima generazione, consiste nell’ispezione delle linee aeree, difficilmente controllabili da terra, e rientra nell’ambito delle attività di prevenzione e manutenzione degli impianti.

    I voli consentono la rilevazione visiva, ad elevata risoluzione, di eventuali anomalie e la ripresa video della situazione degli impianti.

    Durante queste ispezioni viene posta particolare attenzione alla presenza di piante nelle immediate vicinanze dei conduttori, allo stato dei sostegni, delle mensole, degli isolatori e dei posti di trasformazione su palo.

    Le operazioni avvengono con le linee elettriche in tensione, senza ricorrere a interruzioni del servizio e quindi senza disagio per la clientela.

    Al controllo aereo fa seguito l’analisi di dettaglio dei dati registrati e gli eventuali sopralluoghi mirati dei tecnici di E-Distribuzione per definire il successivo piano di interventi.

    L’ispezione eliportata durerà alcune settimane, dopodiché le “Zone E-Distribuzione” di competenza passeranno alla fase operativa con le operazioni sul campo, in virtù delle esigenze di intervento rilevate nel corso delle ispezioni eliportate.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...