spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
giovedì 30 Giugno 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Monopattini: da domani a Firenze scatta l’obbligo del casco per tutti

    Ecco il "riassunto" di tutte le regole in vigore nel territorio comunale fiorentino. Da capire se e come verranno introdotte anche in quelli della provincia

    FIRENZE – Da domani, mercoledì 1 dicembre, entra in vigore in tutto il territorio comunale di Firenze l’ordinanza dirigenziale che prevede l’obbligo del casco per i conducenti dei monopattini indipendentemente dall’età.

    Il provvedimento dirigenziale estende l’obbligatorietà, già prevista dalla normativa per i conducenti di età compresa tra 14 e 18 anni, anche ai maggiorenni.

    Nell’occasione si ricordano le altre regole per l’utilizzo dei monopattini elettrici: velocità massima 20 chilometri all’ora (6 chilometri all’ora nelle aree pedonali); divieto di sosta e di transito sui marciapiedi.

    Divieto di circolare contromano, salvo nelle strade con doppio senso ciclabile; divieto di trasportare un passeggero, oggetti o animali.

    Inoltre da mezz’ora dopo il tramonto, durante tutto il periodo dell’oscurità, e anche di giorno qualora le condizioni di visibilità lo richiedano, i monopattini elettrici possono circolare su strada pubblica solo se provvisti anteriormente di luce bianca o gialla fissa e posteriormente di luce rossa fissa, entrambe accese e ben funzionanti.

    I monopattini elettrici sono altresì dotati posteriormente di catadiottri rossi.

    Nello stesso ambito temporale l’utilizzatore del monopattino deve circolare indossando il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...