spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Quell’immagine da folletto, quella voce da pifferaio magico. Ha riscritto la storia della discoteca: addio Franchino

    Si è spento oggi, a 71 anni, uno dei più noti dj e "vocalist". Il saluto di familiari e amici più stretti: "Hai illuminato le nostre vite con il tuo sorriso, la tua forza e il tuo coraggio"

    TOSCANA – Quell’immagine da folletto. Quella voce da pifferaio magico.

    Ha fatto ballare intere generazioni, in particolare di toscani (ma non solo) e, ovviamente, chiantigiani. Che lo hanno seguito, incontrato, in tantissimi locali.

    Ha creato un vero e proprio genere, quello del “vocalist”, nelle discoteche. Dj ma soprattutto “affabulatore”.

    Si è spento oggi Franchino, dopo alcune settimane di ricovero in ospedale.

    Lo hanno annunciato , dai suoi profili social ufficiali, la famiglia e gli amici più stretti, “con immensa tristezza e profondo dolore”.

    “Sei stato una persona speciale – scrivono – per tutti quelli che hanno avuto la fortuna di conoscerti e hai illuminato le nostre vite con il tuo sorriso, la tua forza e il tuo coraggio”.

    “Fai buon viaggio Franco – concludono – resterai sempre nei nostri cuori. Vivere per vivere… . I funerali si terranno in forma strettamente privata”.

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...