spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
martedì 7 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tari area fiorentina, da lunedì sarà possibile rivolgersi anche agli Urp

    Per la consegna dei modelli già compilati e per ricevere assistenza nella compilazione ecco gli orari degli uffici

    FIRENZE – Da lunedì 31 ottobre i cittadini che hanno ricevuto da Quadrifoglio, insieme alla bolletta di saldo della Tari, la richiesta dei dati catastali degli immobili, potranno rivolgersi agli Urp del Comune di Firenze per la consegna del modello già compilato secondo le istruzioni contenute nella lettera ricevuta e per ricevere assistenza nella compilazione anche per l’individuazione dei dati catastali necessari. Per richiedere assistenza i cittadini dovranno presentarsi con la lettera ricevuta, il codice fiscale e un documento di identità.

     

    Rimangono validi gli altri canali di riconsegna già attivi e cioè:
    • direttamente presso gli Uffici Tari Quadrifoglio via Bibbiena, 35 Firenze, aperti al pubblico dal lunedì al venerdì in orario 8.30-14 /14.30-17.30
    • via fax al numero 0557339205
    • per email all’indirizzo tariffa.info@quadrifoglio.org
    • via pec all’indirizzo tariffa.comune.fi@legalmail.it
    • on line compilando il modulo disponibile all’indirizzo http://digitale.tia-areafiorentina.it accedendo al servizio ‘Tari digitale’.

     

    Sarà possibile rivolgersi agli Urp nei seguenti orari di apertura:
    • Urp Parterre, piazza della Libertà 12 (cubo 4) dal lunedì al sabato 9-13; il giovedì anche 14.30-17.30
    • Urp Sorgane, via Tagliamento 4, mercoledì e venerdì 9-13
    • Urp Villa Vogel, via delle Torri 23, dal lunedì al venerdì 9-13; il giovedì anche dalle 14.30-17.30.

    di Redazione

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...