spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 27 Maggio 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Tende davanti ai penitenziari per valutare la salute dei detenuti

    Ne sono stati dotati nove istituti, per il quali era stata avanzata richiesta da parte del Ministero di Giustizia

    FIRENZE E TOSCANA – Arrivano le tende mobili per il triage sanitario nei carceri toscani. Ne sono stati dotati nove istituti, quelli per cui era stata avanzata richiesta da parte del Ministero di Giustizia.

     

    Le tende, di proprietà del Ministero dell’interno, sono già state allestite. Del montaggio si è occupata la Protezione civile regionale, grazie al supporto delle associazioni di volontariato che si sono subito attivate, in collaborazione con le Prefetture, Città metropolitana e Province.

     

    Così come le tende poste davanti ai pronto soccorso degli ospedali, serviranno a garantire ambienti dove operare un filtraggio sui nuovi detenuti prima del loro ingresso in carcere. Ne sono già stati dotati a Firenze gli istituti di Sollicciano e la casa circondariale a custodia attenuata Gozzini, i carceri di Prato, Porto Azzurro, San Gimignano, Livorno, Pisa, Massa e Volterra.
     

    di REDAZIONE

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...