mercoledì 28 Ottobre 2020
Altre aree

    Buoni esempi: i ragazzi del R.I.S. Chianti pranzano insieme. E si portano le stoviglie da casa

    Una domenica senza caccia ai rifiuti per i ragazzi del gruppo: che anche facendo una grigliata hanno trovato un modo semplice e originale per lanciare un messaggio di attenzione all'ambiente

    GREVE IN CHIANTI – I ragazzi del R.I.S. (Raccattiamo I’ Sudicio) Chianti hanno abituato a vederli tirare via dai boschi del comune di Greve in Chianti quintali di rifiuti.

    Pneumatici, lavatrici gettate chissà come in profondi dirupi. Con una attività di volontariato che allarga il cuore. Anche perché si è diffusa a macchia d’olio in molti dei nostri comuni.

    Da San Donato in Poggio a Gaiole in Chianti, fino a San Casciano. Tanti giovani si danno da fare per rimediare alla maleducazione criminale di chi ancora usa le nostre campagne e i nostri boschi come delle discariche.

    Domenica scorsa è stata una domenica diversa per i ragazzi del gruppo grevigiano. Che però non hanno mancato l’occasione per lancira un altro piccolo-grande segnale di attenzione all’ambiente.

    “Questa domenica – raccontano – il R.I.S. non si è addentrato in nessun bosco e non si è calato per nessun dirupo con corde e picconi, ma questo non ci ha fermati da proiettare lo stile di vita del R.I.S. anche in una domenica di relax!”.

    “Vi chiederete – proseguono – come? Ora vi sveliamo il segreto. Il R.I.S. si è preso una domenica di festa e per festeggiarla abbiamo pensato bene di fare una grigliata”.

    “Ma non potevamo utilizzare piatti, posate e bicchieri usa e getta – raccontano – Perciò ci siamo ingegnati e, per fare meno rifiuti possibili, abbiamo avuto la bella idea di portare ognuno da casa nostra bicchieri, posate e piatti. Non usa e getta ovviamente”.

    Risultato? “Abbiamo fatto molti meno rifiuti – concludono – e rispettato l’ambiente. Anche a tavola”.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...