spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Grande attenzione ai bambini da parte della Squadra dei cinghialai del Passo dei Pecorai

    PASSO DEI PECORAI (GREVE IN CHIANTI) – Domenica 14 luglio una buona parte dei soci della Squadra dei cinghialai del Passo dei Pecorai, assieme ai familiari, si sono ritrovati per un pranzo speciale con un fine altrettanto special.

     

    Perché autotassandosi e tolte le spese “vive”, hanno devoluto il restante all’Ospedale dei Bambini Meyer di Firenze. Una decisione presa dal presidente Marino Donati, dal segretario Giampiero Moretti, dal capo caccia Mileno Mariani assieme a tutti i soci.

     

    "E’ la prima volta – spiega al Gazzettino del Chianti Marino Donati – che abbiamo deciso di fare questa donazione. Ci auguriamo comunque nel tempo di riuscire a farne altre, magari ad associazioni del nostro territorio".

     

    L’ambiente che hanno creato è in mezzo alla natura sotto i piedi della chiesa di Sant’Angelo a Vico l’Abate, nel comune di San Casciano: sotto le piante di acacie due lunghi tavoli apparecchiati, e subito accanto uno spazio altrettanto grande ma coperto.

     

    Il tutto è stato realizzato alcuni anni fa grazie all’intuito del presidente Dante Caldini, venuto a mancare prematuramente e che tutti i soci ricordano con grade affetto. Naturalmente il pranzo è stato a base di cacciagione: e per una volta i cacciatori hanno indossato grembiule e forchette al posto… del fucile e della cartucciera.

    di Antonio Taddei

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...