spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
lunedì 15 Aprile 2024
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    Greve in Chianti punta sui giovani per “attivare” la comunità locale e intercettare i bisogni collettivi

    Il prossimo incontro, aperto a tutti i giovani del territorio comunale, si terrà mercoledì 22 marzo dalle ore 18 alle ore 21 nella sala Margherita Hack del Palazzo della Torre

    GREVE IN CHIANTI – Luoghi, persone, esperienze, bisogni, servizi. Sono questi i temi che il Comune di Greve in Chianti si propone di intrecciare per incrementare il senso di appartenenza al territorio, il fare e generare cultura di comunità attraverso il coinvolgimento attivo dei giovani, protagonisti di un percorso di inclusione, partecipazione e rivitalizzazione del luogo in cui abitano.

    Il progetto “Chianti senza limiti”, promosso dal Comune di Greve in Chianti con il supporto metodologico di Sociolab, partito da alcune settimane, ha messo insieme una quindicina di giovani provenienti da varie frazioni del territorio grevigiano tra cui Greti, Passo dei Pecorai, Ferrone, Strada in Chianti e il capoluogo.

    Con l’obiettivo di sensibilizzare la comunità locale sulle necessità collettive e le azioni da compiere per realizzare nuove opportunità e reti sociali, legate al volontariato e alla cittadinanza attiva.

    “L’intento è quello di destare l’attenzione dei più giovani – dichiara il sindaco Paolo Sottani – mettendoli al centro di un processo che mira non solo ad ascoltare i loro bisogni e quelli che emergono dalla comunità di cui fanno parte ma ad elaborare insieme e responsabilmente le soluzioni e le azioni di intervento per introdurre un cambiamento condiviso”.

    Cosa può fare ognuno di noi per migliorare luoghi, spazi e relazioni che viviamo nella quotidianità?

    È ciò che l’amministrazione comunale intende trasmettere al gruppo di ventenni che ha deciso di aderire al progetto per rendere la comunità, la dimensione in cui i bisogni individuali trovano risposte collettive, attiva, accogliente e propositiva.

    Gli incontri e i laboratori formativi, rivolti ai ragazzi che hanno deciso di assumere un ruolo attivo nel progetto, sono in corso e sono condotti e illustrati dai facilitatori di Sociolab.

    “I ragazzi sono molto attenti, curiosi, offrono spunti e stimoli interessanti sulle esigenze messe a fuoco attraverso la condivisione e l’ascolto reciproco – dichiara l’assessora alle politiche giovanili Ilary Scarpelli – Il bisogno che avvertono maggiormente è fare rete, soprattutto tra quelli che risiedono in aree distanti e zone di campagna”.

    “La volontà comune su cui hanno fatto confluire le loro riflessioni – puntualizza – è quella di creare occasioni di conoscenza, avvalersi di spazi fisici dedicati a loro, costruire  insieme eventi e iniziative di carattere culturale, ricreativo, musicale che stimolino e agevolino il senso di comunità”. 

    “Chianti senza limiti” si pone l’obiettivo di creare tra i ragazzi e le ragazze che ne fanno parte figure che si assumono l’impegno di raccogliere i bisogni dei cittadini, di individuare le risorse disponibili a livello locale e stimolare la voglia di collaborare e sostenere i progetti che nascono.

    Dopo il corso di attivatore di comunità prenderà avvio per i partecipanti una seconda fase in cui i facilitatori accompagneranno i giovani in un percorso di ascolto e codesign.  

    “E’ un progetto innovativo – aggiunge l’assessora Scarpelli – che si compone di un ciclo di laboratori finalizzati a far emergere nuove idee e coinvolgere i giovani nel progettare le iniziative da realizzare nel territorio”.

    Il prossimo appuntamento, aperto ai giovani di tutto il territorio comunale, è previsto mercoledì 22 marzo dalle ore 18 alle ore 21 nella sala Margherita Hack del Palazzo della Torre a Greve in Chianti.

    Per chi fosse interessato ad aderire al progetto è possibile contattare: chiantisenzalimiti@gmail.com.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...