giovedì 2 Luglio 2020
Altre aree

    Greve, piantato il leccio della rinascita. Successo per evento virtuale dedicato all’ambiente

    Seguitissimo il confronto intergenerazionale sui temi della sostenibilità. Il sindaco: "Valore aggiunto è stata la partecipazione dei giovani"

    GREVE IN CHIANTI – Un leccio come simbolo di rinascita della comunità di Greve in Chianti è stato piantato in piazza della Resistenza, nell’ambito dell’iniziativa promossa dall’assessore all’ambiente Simona Forzoni in adesione alla Giornata mondiale dell’Ambiente.

    “E’ il nostro albero della resistenza – ha dichiarato l’assessore – un gesto simbolico che vuole nel concreto manifestare la nostra volontà di risorgere e ripartire nel segno di quella cultura green che da sempre qualifica e caratterizza il territorio grevigiano”.

    Grande successo per gli altri due eventi messi in campo dall’amministrazione comunale in risposta all’appello internazionale del 5 giugno, giorno in cui 48 anni fa l’Assemblea delle Nazioni Unite istituì la giornata nell’ambito del Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente.

    La piantumazione del leccio

    “Ci siamo ispirati al motto dell’edizione 2020, incentrato sul declino della biodiversità – ha dichiarato l’assessore Forzoni – e di quanto sia importante agire nella vita di tutti i giorni a difesa della natura per evitare la distruzione degli ecosistemi”.

    “La nostra Giornata – ricorda – ha promosso un confronto e un incrocio di esperienze sui temi della salvaguardia ambientale, sui modelli di sviluppo della green economy e dell’agricoltura biologica, dei cambiamenti climatici e dell’uso sostenibile delle risorse naturali”.

    All’evento hanno preso parte rappresentanti istituzionali, cittadini, imprenditori e studenti di tutte le età impegnati nel volontariato e nel giornalismo ambientale.

    “Il valore aggiunto della nostra piazza virtuale è stata la partecipazione dei giovani e le motivazioni che li animano – ha commentato soddisfatto il sindaco Paolo Sottani – sentirli parlare con tanta consapevolezza e amore per l’ambiente fa sperare davvero in un cambiamento che possa migliorare il futuro di tutti. Uno speciale ringraziamento per i loro contributi alla discussione ai gruppi Friday for Future del Chianti, i Raccattiamo I Sudicio, i Giornalisti nell’Erba e i bambini delle scuole del territorio comunale, autori di elaborati e progetti ambientali che sono stati condivisi e trasmessi in occasione dell’incontro”.

    Il webinar ha potuto contare sugli interventi di Mauro Perini, presidente della Water Right Foundation, Paola Bolaffio, direttrice del progetto Giornalisti nell’erba, Sergio Gatteschi, Presidente dell’associazione Amici della Terra, Marco Bottino, presidente del Consorzio Bonifica Medio 3 Valdarno, Roberto Stucchi Prinetti, presidente del Biodistretto del Chianti e Simona Innocenti, imprenditrice che opera nel settore dell’economia circolare. 

    Molto seguita anche la diretta trasmessa alle ore 18 di ieri dalla pagina Facebook del Comune di Greve in Chianti con la partecipazione dell’assessore all’ambiente Federica Fratoni, dell’imprenditore Gionni Pruneti, dell’insegnante Agata Maddoli e di Oliva Gentili del gruppo Friday for Future del Chianti.

    Oltre al sindaco Paolo Sottani e all’assessore all’ambiente Simona Forzoni.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...