giovedì 24 Settembre 2020
Altre aree

    Greve, un milione e 400mila euro in opere pubbliche: “Investiamo per riqualificare spazi ed edifici pubblici”

    Copertura della piscina comunale, risistemazione del parcheggio di piazza della Resistenza, realizzazione di una centrale termica a biomassa per il complesso Villa San Michele

    GREVE IN CHIANTI – Il Comune di Greve in Chianti ha definito l’agenda delle opere pubbliche 2020-2021, per un ammontare complessivo pari circa un milione e 400mila euro.

    L’amministrazione comunale individua un ampio ventaglio di interventi finalizzati a riqualificare spazi ed edifici pubblici, migliorare la sicurezza e potenziare i servizi sul territorio.

    Tanti e trasversali i temi chiave che sottendono il lavoro di progettazione e stanziamento di risorse pubbliche con le quali la giunta dà concretamente il via ad una nuova stagione di investimenti e opportunità di rinascita per il territorio grevigiano con una particolare attenzione alla sostenibilità ambientale e all’utilizzo di fonti energetiche alternative per lo sviluppo dell’economia circolare.

    “A garantire risposte puntuali ai bisogni – spiega in una nota l’amministrazione comunale – sarà una fitta sequenza di interventi di restyling di spazi pubblici, opere di miglioramento dell’edilizia scolastica e decoro urbano, messa in sicurezza di alcune viabilità e ampliamento dei cimiteri”.

    Paolo Stecchi, assessore ai lavori pubblici

    Il quadro degli interventi, varato nei giorni scorsi, è illustrato nel dettaglio dall’assessore ai lavori pubblici, Paolo Stecchi.

    “Metteremo mano a due opere di risistemazione che, a nostro avviso, rientrano tra le priorità di quest’anno – precisa l’assessore – mi riferisco al rifacimento della copertura della piscina comunale da un lato con una spesa pari a 475mila euro e al restyling dell’area di sosta di piazza della Resistenza dall’altro per il quale sono stati stanziate risorse per 380mila euro”.

    “Il parcheggio sotterraneo e in superficie – aggiunge – richiede un intervento necessario che comprende la realizzazione di nuovi bagni pubblici e di un’opera di consolidamento strutturale con la quale si ripristina tutta l’area di sosta danneggiata da consistenti infiltrazioni d’acqua”.

    “Sono interventi e progetti di spessore – aggiunge il primo cittadino, Paolo Sottani – che possiamo attuare nel corso dell’anno anche in virtù del potenziamento dell’ufficio dei lavori pubblici che collabora con l’ufficio Patrimonio del Comune Greve in Chianti. Potremmo mettere in campo tutto ciò che avevamo previsto tra gli investimenti anche grazie all’utilizzo dell’intero avanzo di amministrazione”. 

    Altri interventi di rilievo sono la realizzazione della Centrale termica a biomassa destinata ad alimentare il complesso di Villa San Michele per un importo complessivo pari a 250mila euro, la manutenzione per cimiteri di Lucolena, Strada, San Polo e Panzano, il miglioramento di alcune strade e marciapiedi (260mila euro) nell’ambito dell’accordo quadro sulle viabilità, la realizzazione del parcheggio in via XX luglio a Panzano in Chianti (77mila euro).

    La messa in sicurezza di alcune  piante alberature del patrimonio pubblico che verranno rimosse e ripiantumate (40mila euro), le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria dei plessi scolastici (57mila euro) e il miglioramento delle pensiline per le fermate degli autobus (40mila euro).

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...

    Sostengono Il Gazzettino