domenica 5 Luglio 2020
Altre aree

    Incendio a San Miniato di Rubbiana: ancora una volta determinanti i volontari de La Racchetta

    Nel pomeriggio di ieri, giovedì 25 giugno. Fondamentali per non fare propagare le fiamme al vicino bosco. Danni limitati a 2.000 metri quadri di olivi

    SAN POLO (GREVE IN CHIANTI) – Dopo le fiamme che hanno incenerito 5.000 metri quadri di oliveta martedì 23 giugno in località Quintole, a Impruneta, nel pomeriggio di ieri, giovedì 25 giugno, si è fatto il “bis”.

    Stavolta in località San Miniato di Rubbiana, a San Polo, nel comune di Greve in Chianti.

    E così come era accaduto martedì in territorio imprunetino, anche ieri sono stati decisivi i volontari in verde e giallo de La Racchetta.

    Nel tardo pomeriggio infatti, squadre de La Racchetta Ferrone sono intervenute sull’incendio sviluppatosi sul versante sanpolese del comune grevigiano.

    In contemporanea sono partite le squadre dei vigili del fuoco del distaccamento di Figline Valdarno.

    Per coordinare le operazioni di spegnimento sul posto era presente un direttore delle operazioni di spegnimento della Città Metropolitana di Firenze.

    Il rapido intervento delle squadre anti incendio boschico ha evitato la propagazione del fuoco verso l’area boscata, limitando i danni a solamente 2.000 metri quadri di oliveta.

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...