spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
domenica 5 Febbraio 2023
spot_img
spot_img
Altre aree
    spot_img

    L’estate grevigiana quest’anno ha ritrovato anche i Centri Estivi Residenziali al San Michele

    Grazie alle Guardie Ecologiche Volontari del San Michele e al Comitato Selma: il racconto di giorni felici e speciali per i ragazzi. E fra poco si parte per... le Apuane!

    GREVE IN CHIANTI – Si allentano le restrizioni Covid e tante iniziative riescono a ripartire.

    E l’estate grevigiana non è tale se non si fanno i Centri Estivi Residenziali al San Michele, organizzati dalle Guardie Ecologiche Volontari del San Michele e dal Comitato Selma.

    “Lo scorso anno non siamo riusciti a farli – comincia così Costanza Sanvitale del Comitato Selma – quest’anno invece con l’aiuto e l’impegno dell’assessore Maria Grazia Esposito e la disponibilità di Daniele ed Alice, neo gestori della Villa san Michele, siamo riusciti a riportare i nostri ragazzi nel bosco”.

    “Invece che nella nostra sede classica – prosegue – la ex scuola a Lucolena, siamo stati nell’ostello da poco perfettamente ristrutturato della Villa san Michele”.

    “Un salto indietro di… 29 anni – continua – perché la prima esperienza la facemmo proprio in quell’ostello. E vedere, dopo 29 anni, seconde e terze generazioni di ragazzi che ritornano a vivere quell’edificio e quei boschi, è un’emozione che non ha pari”.

    “I centri estivi residenziali – prosegue – sono un’esperienza di autonomia e condivisione che tutti i bambini dovrebbero fare. Hanno imparato a gestire ogni aspetto della giornata in comunione, suddividendosi compiti e doveri”.

    “Ogni anno – ricorda – portiamo avanti un tema specifico e quest’anno è stato la “Costituzione è bella!”. Questo ci ha permesso di fare un gioco intervista sul valore della solidarietà e della libertà”.

    “Grazie alle Guardie Ecologiche Volontarie del San Michele – spiega ancora – i ragazzi hanno vissuto e conosciuto il bosco, le piante, le erbe spontanee ed il grano. Hanno visitato la Fattoria Travaglini, colonna portante della storia di quei luoghi. Hanno vissuto il fiume e capito l’importanza della difesa della sua acqua, trovato e percorso strade romane”.

    “Nell’ostello si sono alternati due gruppi di ragazzi – continua nel suo racconto – divisi per fasce di età e quindi con organizzazione settimanale diversificata. Tutto ovviamente nel massimo rispetto delle norme sanitari vigenti”.

    “Sono stati organizzati anche tre giorni in bicicletta – specifica Sanvitale – con lunghe pedalate tra le nostre colline ed i folti boschi. Un modo diverso di vivere i sentieri e la natura che ci circonda”.

    “Dal 19 al 23 luglio – anticipa – organizziamo 5 giorni di campeggio sulle Apuane. Qui i ragazzi più grandi potranno dar prova delle loro conoscenze di gestione della vita quotidiana nel bosco. Bellissime camminate saranno accompagnate da cene preparate su treppiedi e carne sulla brace, canzoni intorno al fuoco e tanto, tantissimo divertimento”.

    “Ci sono ancora pochi posti disponibili – conclude – se volete partecipare chiamateci. Viva la natura, viva la gioventù!”.

    Volantino Comitato Selma Apuane

    @RIPRODUZIONE RISERVATA

    Sostieni il Gazzettino del Chianti

    Il Gazzettino del Chianti e delle Colline Fiorentine è un giornale libero, indipendente, che da sempre ha puntato sul forte legame con i lettori e il territorio. Un giornale fruibile gratuitamente, ogni giorno. Ma fare libera informazione ha un costo, difficilmente sostenibile esclusivamente grazie alla pubblicità, che in questi anni ha comunque garantito (grazie a un incessante lavoro quotidiano) la gratuità del giornale.

    Adesso pensiamo che possiamo fare un altro passo, assieme: se apprezzate Il Gazzettino del Chianti, se volete dare un contributo a mantenerne e accentuarne l’indipendenza, potete farlo qui. Ognuno di noi, e di voi, può fare la differenza. Perché pensiamo che Il Gazzettino del Chianti sia un piccolo-grande patrimonio di tutti.

    Leggi anche...